sabato, aprile 05, 2014

Genitori e figli







Il compito dei genitori,dichiarava Freud, é un compito impossibile.

Cosa significa? Significa che il mestiere del genitore non può essere ricalcato su un modello ideale che non esiste. Significa che ciascun genitore é chiamato ad educare i suoi figli a partire dalla propria insufficienza, esponendosi al rischio dell'errore e del fallimento.
Per questa ragione i genitori migliori non sono quelli che si offrono ai loro figli come esemplari, ma quelli consapevoli del carattere impossibile del loro mestiere.

Massimo Recalcati

8 commenti:

bilibina ha detto...

Ciao Zefirina, è proprio vero…nessuno ha la ricetta in tasca per essere un genitore perfetto, si fa del nostro meglio e si cresce insieme ai nostri figli!
Secondo me la cosa migliore è non isolarsi: stando insieme agli altri ci si confronta e ci si dà una mano…
Buona domenica!
Carmen

Gianna Ferri ha detto...

Si cerca di sbagliare il meno possibile...

Cri ha detto...

E' qualche anno che mi sono convinta che la voglia di generare figli salti in testa a noi poveri incoscienti per una beffa della Natura - una beffa sublime, ma pur sempre una beffa - che opera per la preservazione della specie. Altrimenti chi si piglierebbe la briga di assumersi 'sto compito da far tremare i polsi di generare e crescere uomini nuovi? Ma nemmeno per tutto l'oro del mondo. Da quando penso questo, e cioè che sono stata e sono solo uno strumento utile di qualcosa che è molto più grande del mio essere madre, mi sono rilassata e vivo la mia condizione di genitore assai meglio...

Ambra ha detto...

Credo che ogni genitore faccia tutto quello che gli è possibile per i propri figli e può accadere che quello che gli è possibile sia solo un male, per il figlio.
Ma che possiamo fare? E poi far bene questo compito è impossibile, come sosteneva Freud.

zefirina ha detto...

il fatto è che nessuno ti insegna a diventare genitori, vai avanti per tentativi, specie se come me li hai messi al mondo, almeno la prima, molto giovane, eppure per assurdo con lei mi è riuscito meglio che con gli altri , non so se è perchè son maschi, ma mi tocca sempre esprimermi in punta di piedi, basta un'increspatura per rompere gli equilibri, ammetto che è decisamente stancante

upupa ha detto...

..e già,l'unica cosa possibile è cercare di essere se stessi e mettere in conto l'errore...che deve essere riparato con amore e pazienza!!!!!!!!!!!!

raffaella. p. ha detto...

Si,si cerca di sbaglia il meno possibile e dialogare con pazienza e amore.
Raffaella

Patalice ha detto...

...voglio la possibilità di sbagliare, e l'avrò...
spero