mercoledì, aprile 23, 2014

l'inverno del nostro scontento








ora l'inverno del nostro scontento
è reso estate gloriosa da questo sole di york,
e tutte le nuvole che incombevano minacciose
sulla nostra casa sono sepolte nel petto profondo
dell'oceano

(Riccardo III - Shakespeare)


il primo verso è anche il titolo di un bellissimo libro di John Steinbeck che oserei definire ancora attuale

2 commenti:

Gianna Ferri ha detto...

Buono a sapersi, cara Zefi.
La spiaggia deserta mi piace assai.

Buona serata.

Ambra ha detto...

C'è sempre qualcosa di straordinario nel passaggio dal grigio alla luce.