martedì, settembre 28, 2010

riannodare fili

anche le amicizie come gli amori tendono a sfilacciarsi e allora riannodare i fili sembra difficile, non sempre si riesce a colmare quella distanza che si era creata, per quanto uno ci provi, qualcosa è andato perduto e non si riesce a ricostruire, specie se la frattura è stata creata da malintesi o incomprensioni che allora sembravano di poca importanza ma che il tempo ha ingigantito; non è la stessa cosa che reincontrare un vecchio amico che non si vedeva da molto solo perchè magari la vita vi aveva fatto prendere strade diverse: gli studi, il lavoro, la vita sentimentale, i figli ti avevano sottratto il tempo per continuare a coltivare un' amicizia magari nata sui banchi di scuola, con questo tipo di amici è più facile riprendere a parlarsi lì dove ci si era lasciati, complice anche la nostaglia di un'età che a ripensarci ora sembra dorata, nell'altro caso invece c'è sempre quella nota stonata che non ti fa godere appieno dell'amicizia ritrovata.

8 commenti:

Pol ha detto...

Quanto è vero... Se penso alla marea di fili pendenti nella nostre vite quasi quasi mi spavento... Forse il trucco è pensare che doveva andare così.... Chissà...

Lucien ha detto...

In questi giorni stavo proprio elaborando anch'io un post su questo argomento, cioè sulle amicizie che col tempo si perdono per strada. Lo spunto è stato l'incipit del nuovo romanzo di Johnatan Coe, che ho appena iniziato.
Malintesi e incomprensioni a me piace affrontarli e risolverli subito, prima che si incancreniscano.

lasposina ha detto...

é vero, verissimo! e anche io penso sempre, era destino, doveva andare cosí!

il monticiano ha detto...

Perdere un'amicizia per me rappresenta una sconfitta poichè ritengo tale sentimento pari all'amore.

Isabel ha detto...

Penso che l'amicizia sia ciò che dà quel gusto speciale alla nostra vita...

zefirina ha detto...

ecco aldo hai colto il punto, perdere un'amicizia fa male, ritrovarla non sempre è facile

insomma questo romanzo di Coe mi toccherà proprio leggerlo visto che anche mia figlia me l'ha consigliato

Baol ha detto...

Sì, forse è vero che diventa difficile ma, a volte, ci spaventiamo e temiamo che riannodare sia impossibile e magari, invece, dall'altro lato si sta aspettando solo quello. Bisogna sempre tentare, se l'amicizia la si ritiene importante! :)

laPitta ha detto...

Ho sentito qualche tempo fa alla radio (probabilmente la solita ricerca di mercato inglese!) che ad ogni nuova relazione sentimentale si perdono un paio di amicizie di vecchia data! :-)

Zefi, il romanzo di Coe... Io non ho una grande affinità con questo autore, ma mio fratello che ne è un cultore mi sembra che gli abbia assegnato due stelline aNobiiane. Ma non ti fidare, ognuno di noi è il miglior critico letterario che esista :-)