sabato, settembre 25, 2010

baci perduti

Esprimi un ultimo desiderio Jack. Sei un condannato a morte è un tuo diritto. Dimmi cosa vuoi ed io te lo porterò fin dentro la cella.
Non puoi fratello, quello che voglio adesso è perduto per sempre...Quello che desidero è solo memoria...
Voglio un bacio di mia madre e sentire le sue mani sulle lenzuola... uno di quei baci che ti fanno sentire il profumo delle madri...
Voglio anche tutti quelli che ho perduto e li voglio prima che arrivi l'ultima ora: i baci non dati per paura di ferire, quelli non dati per egoismo, quelli morti di insicurezza... Quelli perché ... era troppo presto, quelli dispersi tra troppe parole...
I baci interrotti da una telefonata, quelli lanciati da un finestrino di un treno in partenza dalla stazione di Mestre, quelli dimenticati su un prato di Villa Torlonia, quelli portati in alto sull'Etna e il Gianicolo e quei baci profondi sulle panchine dell'Università...
Se potessi avere un album di fotografie da sfogliare vorrei quello dei baci che ho perduto: i baci nella notte e quelli che volavano come albatros e si sono posati su una bocca come un nido.
Io li rivoglio indietro tutti i baci perduti...
Li voglio adesso... tutti insieme, in questa cella, tra musica e silenzio... musica e silenzio... musica e silenzio.


Jack Folla




object width="400" height="330">

5 commenti:

Adriano Maini ha detto...

Già! Penso di capire. Forse non siamo in pochi ad avere di questi sentimenti in questi giorni!

il monticiano ha detto...

Un personaggio che a me piaceva molto e che è stato estromesso da Radio e Tv perché troppo scomodo.
Che peccato.

Giovanni Greco ha detto...

Grande Jack Folla!

zefirina ha detto...

veramente grande

Alberto ha detto...

Ah, la musica dei baci, e anche il loro ritmo.