mercoledì, febbraio 03, 2010

accade un giorno


accadde un giorno di febbraio di 50 anni fa che quattro ragazzi "negri" si sedettero sugli sgabelli di un bar di Greensboro e nonostante fosse loro rifiutato il caffè che avevano ordinato e gli venisse chiesto di uscire, restarono seduti su quegli sgabelli fino alla chiusura del bar, per tornare il giorno dopo con altri studenti, una delle tante ribellioni silenziose ma soprattutto pacifiche che cambiarono la storia dell'America.

se volete saperne di più potete visitare questo sito

12 commenti:

il monticiano ha detto...

Un bellissimo esempio di ribellione civile e non violenta.
Ma verrebbe mai apprezzata da una certa fetta di italiani che vede i "colored" quali esseri inferiori e da spedire chissà dove?

Michele ha detto...

4 grandi uomini
senza troppa pubblicita'
e pochissimi o nessuno probabilmente conosce i loro nomi
ciao
Michele pianetatempolibero

MariCri ha detto...

le rivoluzioni silenziose, secondo me sono quelle che danno i maggiori risultati a lungo termine.un bellissimo esempio di come far sentire la propria voce senza usare iolenza. non conoscevo questa storia, grazie per avercela raccontata!

zefirina ha detto...

@ciaoooo maricri sei tornata????

@piccoli grandi uomini

@aldo io non so se ne avrei avuto il coraggio

silvano ha detto...

Meglio studiarselo che potrebbe servire già da oggi anche in Italia.
ciao.

Tintarella di... Luna ha detto...

Non cnoscevo questa storia...grazie di averla condivisa!!

ROSA ha detto...

si un grande atto di coraggio..e sinceramente avrei fatto la stessa cosa, si per come sono fatta io si..come molti credo nelle lotte pacifiche...ciao alla prossima.

marina ha detto...

un esempio di come le grandi trasformazioni cominciano con piccoli gesti individuali
grazie per la doppia segnalazione, dell'episodio e del sito
marina

Giulia ha detto...

Piccoli gesti che possono cambiare molte cose. Piccoli, ma molto coraggiosi
Grazie

Alberto ha detto...

Grazie per la segnalazione, visto il sito molto interessante. Intanto, a proposito di caffè e razzismo guardate cosa succede in Italia.

Franca ha detto...

Teniamo a mente questo episodio: potrebbe servire anche in Italia...

GM C ha detto...

la resistenza passiva, civile, la non-violenza come quella di Gandhi scuotono forse maggiormante le coscienze o comunque la società parché prendono Semplicemente ciò che gli spetta senza attendere che altri riconoscano il loro diritto e nonostante le possibili violenze che gli si scagliano addosso. Esempio per tutti!
A presto

GM C