martedì, maggio 05, 2009

se una sera di primavera

se una sera di primavera ti lasci portare in un giardino incantato che alla luce della luna assume un aspetto diverso, senza le grida dei bambini che giocano e si rincorrono, e con qualche raro passante

e qualche papera che plana sull'acqua



come non subire la magia del luogo e il fascino di parole quasi dimenticate,
e.....

12 commenti:

Alberto ha detto...

Se ti lasci portare...

Alberto ha detto...

PRIMOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO...
:-D

Luogo molto suggestivo, mi ci porti?

Un abbraccio Paperino :-)

Alberto ha detto...

ahahahahahahhahhHHAahAhhAHAhhAhHAAHhHAHAhHAHAhAHHAhHAHhHHAhH...

Battuto sul filo di lana da un omonimo!!!! :-D

Un abbraccio alterEgo :-)

zefirina ha detto...

alberto ti ci porto se tu mi fai fare un altro giro sulla tua moto quando vengo a milano
;-)

albertodue a volte ci si lascia portare... a volte si porta (questa sa tanto di filosofia alla catalano)

però in posti simili non importa è bello andarci e basta

silvano ha detto...

Quei punti di sospensione fanno immaginare...che hai combinato? :)

S.B. ha detto...

e. (punto) :-)

Michele ha detto...

e..............e' fatta
ciao
Michele pianetatempolibero

zefirina ha detto...

mi appello alla facoltà di non rispondere
di questi tempi lo fanno in molti

;-)

bruno ha detto...

....il lodo Zefirina....

zefirina ha detto...

ahahahaha bruno sei un mito, non mi stancherò mai di dirtelo!

serenella ha detto...

Un momento: tutto sembrerebbe essere perfetto ma....c'è un dettaglio non trascurabile. Chi ti porta? Perchè se è ....una dolce compagnia e vabene, altrimenti ammiro da sola e torna a casa. O no?

zefirina ha detto...

diciamo che era una piacevole compagnia