lunedì, febbraio 11, 2013

rinuncia

Il papa rinuncia al suo ufficio, per dirla terra terra si dimette: Nel caso che il Romano Pontefice rinunci al suo ufficio, si richiede per la validità che la rinuncia sia fatta liberamente e che venga debitamente manifestata, non si richiede invece che qualcuno la accetti“ recita il diritto canonico, pare che questo sia dettato dalle sue precarie condizioni di salute, il pensiero va a Giovanni Paolo II che invece nonostante fosse anche lui molto malato aveva tenuto duro fino alla fine.

Papa Benedetto XVI non è il primo a rinunciare alla carica, l'unico di cui io avevo memoria è il famoso Celestino V che Dante mette nel girone degli ignavi all'Inferno, girovagando in rete scopro che ce ne sono ltri 5 che volenti o nolenti hanno dovuto abdicare.

La notizia colpisce, in effetti, forse perchè vivendo a  Roma l'ombra del Vaticano è ovunque, e comunque non so perchè mi è venuto in mente che guarda caso si dimette proprio subito dopo il voto, mah !!!!

9 commenti:

Shaina Quella Stronza ha detto...

Sinceramente la cosa mi puzza. Secondo me ha fatto qualcosa che non doveva fare...

Gianna Ferri ha detto...

Il fratello afferma che da mesi maturava questa decisione...

il monticiano ha detto...

Zefiri', hai ragione, la coincidenza tra elezioni e la rinuncia del papa mi insospettisce.

zefirina ha detto...

pensa te ora leggo che a Saviano era venuta in mente la stessa cosa

Adriano Maini ha detto...

Per il momento mi limito a prendere atto! Certo, sulle prime non potevo credere alla notizia: per sincerarmene ho dovuto compiere un giro tra giornali online e news televisive.

George ha detto...

Viviamo in tempi duri, da Tsunami a crisi econimiche, guerre, terremoti, e ora un papa che si dimette, e non succedeva da secoli. C'è da porsi qualche domandina, sì, sì, hai ragione.

Michele Scaperrotta ha detto...

tutto cambia!
ciao

Cri ha detto...

Tu non sai quanto anelerei poter scrivere: checcenefrega?
Saremmo in un paese civile e libero.

Ambra ha detto...

Anche a me sembrano tanto poco spontanee queste dimissioni. La faccenda del segretario poi, di qualche mese fa. E il Vaticano è sempre stato pieno di misteri.