giovedì, gennaio 26, 2012

26 gennaio 1989


oggi avremmo potuto festeggiare 23 anni di matrimonio, non siamo arrivati nemmeno a 7, ci sono certi giorni che manchi, che mi manchi per via di quel tuo essere prepotentemente presente come uomo, come padre, come molte altre cose, certo i momenti critici non sono mancati ma siamo riusciti a raddrizzare la rotta perchè per fortuna l'amore non è mai finito, non siamo mai stati grandi amici ma non importava, bastava una certa complicità, un'intimità profonda, il voler creare una famiglia a tenerci legati.
Eri un uomo affettuoso nel cerchio dei tuoi abbracci mi sono sempre sentita al sicuro, a casa, sparivano dubbi e paure, pochi gli anni che abbiamo avuto insieme, ma per fortuna i ricordi sono tanti e posso ritrovarli nei tuoi figli, nelle foto dei nostri momenti sparse per casa....
Oggi è un altro di quei giorni che mi piacerebbe averti qui per poterti parlare, per raccontarti quel che di nuovo accade nella nostra vita, magari chiederti qualche consiglio e ricevere quella carezza con la quale mi dicevi: non ti preoccupare, andrà tutto bene, ti voglio bene quanto e come me ne vuoi tu, come quel giorno di gennaio in cui ci siamo promessi finchè morte non ci separi.




14 commenti:

adamus ha detto...

Zefi...Mi hai commosso. Le parole che hai scritto sono molto belle. L'amore per Tuo marito scomparso prematuramente è molto grande.
Dopo tutti questi anni sei ancora legata a Lui...a dispetto della morte.
Un abbraccione.

il monticiano ha detto...

Certo per l'argento dei 25 anni era meglio che c'era.
Un grosso abbraccio,
aldo.

pri ha detto...

un abbraccio commosso. buon anniversario

Gianna ha detto...

Un abbraccio affettuoso, Zefi.

Alberto ha detto...

Un abbraccio Zefi, ché non trovo le parole.

zefirina ha detto...

grazie a tutti voi di ..esserci

Isabel ha detto...

un abbraccio enorme!

serenella ha detto...

Ciao Patrizia...voglio chiamarti col tuo nome, perchè ti sento più vera, come in questa bellissima foto, splendida in quel tuo completo rosso. Belli e innamorati. Mannaggia...mi hai fatto venire un groppo alla gola. La vita, spesso, è ingiusta. Ecco, riesco a pensare solo questo.
Un abbraccio.

Blindsight ha detto...

.. e non contenta c'hai pure messo una canzone che esplode dentro: ammazza patrì, dovresti scrivere per le soap :)
gli anniversari sono una cosa straordinaria: ti danno la possibilità di toccare quella cosa invisibile che è il tempo (cosa ben diversa dalle lancette di un orologio), e l'amore vero rimane ovunque (è come un golfino d'angora in lavatrice: i peli li ritrovi dappertutto :) bacione, resisti: è quella che chiamano vita, in realtà forse solo una palestra ..dove esercitarci per il volo, smack!

arte ha detto...

A me una volta che facevo discorsi simili ai tuoi qualcuno ha detto: pensa che molte persone le cose belle che hai vissuto tu non le hanno mai neanche vissute un giorno. Non so a te, ma a me queste parole fanno bene. Fai tesoro del bene che c'è stato, perchè da qualche parte c'è ancora, come dice Blindsight.

E lasciati dire che in rosso stavi proprio bene, e anche quello non è da tutti!

Adriano Maini ha detto...

Cerca di essere forte, amica mia, proprio in virtù di questo grande, intimo, tuo ricordo!

pOpale ha detto...

mi hai commosso. Davvero.

Bruja ha detto...

...in punta di piedi, piano piano per non disturbare un momento così profondo e personale, ti lascio un abbraccio

zefirina ha detto...

grazie