martedì, ottobre 04, 2011

viaggi






ho ancora gli occhi pieni di tutte le immagine immagazzinate durante questo breve assaggio della Tunisia e molte di loro sono contradditorie: case pulitissime e strade sporchissime, non ho visto nè un cestino nè un cassonetto, in compenso una marea di immondizia bruciata e non in mezzo ai campi, persino nel deserto non c'era pericolo di perdere la pista perchè bastava controllare se ci fossero bottiglie di platica a segnarne il percorso, ho visto una marea di bambini e molti uomini che sembrava non avessero niente da fare, molti uomini seduti ad aspettare chissà cosa e in compenso molte donne sempre in movimento, donne con la testa coperta ma con il volto scoperto ma anche ragazze in jeans e top, ho visto turisti sbruffoni e irrispettosi e turisti ecoconsapevoli e veramente amanti dei luoghi e del paese, ho visto le persone del luogo sempre attente a cercare di capirti anche se parlavi italiano o un francese stentato, ho visto uomini ammiccanti ma mai molesti e mi sono goduta dei paesaggi straordinari. Ho guidato il fuoristrada sulle dune e persino il quad, ho dormito sotto le tende berbere e in alberghi a 5 stelle che costavano due lire, come spesso mi è accaduto girando nel vecchio continente e in africa ho constatato che sti romani so' arrivati dappertutto!

Credo che a natale ci tornerò.

7 commenti:

Isabel ha detto...

che foto stupende! ben tornata!

il monticiano ha detto...

Belle, belle foto veramente e bella anche te che se non sbaglio sei nella terza foto.
Non avete avuto paura? Lo dico per le recenti vicende legate alla rivolta dei tunisini.

Dual ha detto...

Belle le foto e i paesaggi..
Gio'
http://remenberphoto.blogspot.com/

zefirina ha detto...

ma guarda Aldo che le notizie che arrivano non sono veritiere ora la situazione è abbastanza calma e sono in attesa di votare il nuovo parlamento e il premier il 23 ottobre, poi si vedrà

Blindsight ha detto...

se ti sposti un po' più giù di roma ti accorgerai che ci sono anche tanti uomini italiani che non fanno niente mentre le donne lavorano, come lì solo che qui lo fanno di nascosto (vedi barletta), lì almeno le vedi che trasportano un baobab in due..
penso che tra un anno mi trasferirò lì, a differenza di quanto si possa pensare qui lì avrei un aeroporto a pochi minuti da casa, sulla spiaggia, e in manco due ore (trasferimenti compresi) sarei a roma, dalla calabria l'ultima volta sono partita da praia alle 16.48 e sono arrivata a roma a mezzanotte, su un treno senza carrozza disabili! chi sta peggio?? comunque ovunque vai troverai roma patrì ;)

zefirina ha detto...

lì dove laura a tunisi????? ci troverai pure mio fratello e la moglie, mamma la tragedia di barletta mi ha sconvolto, quelle belle facce sorridenti nonostante la paga da fame!

fioredimaggio ha detto...

è da un pò che ti leggo , ti ho scoperta per caso .. mi piaci perchè sei una persona positiva da matti ;) intraprendente simpatica e vera..ora che anch'io scrivo qui non potevo non aggiungerti. a presto Nicole