venerdì, ottobre 07, 2011

correnti

(Lorenzo Mattotti)


E così mi sono innamorata di questa donna, Sumire lo capì con certezza. Non sto sognando: il ghiaccio è freddo e le rose sono rosse. E sento che questo amore mi porterà da qualche parte. Ma non posso sottrarmi alla sua forte corrente. Non ho possibilità di scelta, il luogo dove mi condurrà è un mondo diverso che non ho mai visto. Potrebbe trattarsi anche di un luogo pericoloso. Le cose che vi si annidano potrebbero ferirmi in modo profondo, irrimediabile. Potrei perdere tutto quello che ho. Ma non posso più tornare indietro. Non mi resta che affidarmi alla corrente che vedo davanti a me. Anche a costo di finire travolta, anche a costo di scomparire.

da La ragazza dello Sputnik di Haruki Murakami

4 commenti:

Alberto ha detto...

Le avventure di qualunque tipo, l'innamoramento è una di queste, non si sa mai da che parte possano portare. E altrimenti che avventure sarebbero?

Dual ha detto...

Ti auguro un sereno giorno
Gio'
http://remenberphoto.blogspot.com/

Isabel ha detto...

un autore che è segnato nella lista di quelli da leggere!

zefirina ha detto...

alberto è proprio per quello che attirano,
ciao giò' qu8i piove ma è comunque un beatiful day per me
isa te lo consiglio vivamente, ogni volta che leggo suo libro mi appunto qualche brano