martedì, marzo 22, 2011

kitchen



dopo il corso sui cupcakes con Valentina e quello sui cioccolatini con il famoso Paul De Bondt



ieri sera quello su fritti e pastelle

divertenti, si imparano un sacco di trucchi ma io esco con un senso di frustrazione immane e pensare che so anche cucinare bene!!!!!

9 commenti:

Alberto ha detto...

Non capisco. Perché senso di frustrazione?

Michele ha detto...

mi associo ad Alberto i don't understand!
ciao Michele pianetatempolibero

tdeluick ha detto...

pourquoi frustre y pas de raison ?la cuisine est une passion !smakelijk

t de luick ha detto...

e la valentina conosce pierre marcolini a bruxelles?

Adriano Maini ha detto...

E se la frustrazione fosse quella che prende lettori come il sottoscritto, golosi sino al midollo, ma impossibilitati, vuoi per carenza di "analoga materia prima", vuoi per un minimo di spirito di autoconservazione, ad ingozzarsi di tali delizie?

zefirina ha detto...

la frustrazione nasce dal vedere che non sei sicura che poi a casa tu riesca a far venire le ricette così bene come le fanno loro, comunque ieri sera ho provato a fare la mousse e non è venuta affatto male

zefirina ha detto...

tino non lo so ma glielo chiederò

adamus ha detto...

Ciao Cara, avanti a tutta mousse allora. un abbraccio.

Baol ha detto...

Ti sei data alla cucina?