giovedì, dicembre 16, 2010

becoming jane


Non voglio che la gente sia gradevolissima, perché ciò mi salva dal problema di piacerle molto.

Da una lettera a Cassandra scritta la vigilia di Natale del 1798


Jane Austen

Steventon, 16 dicembre 1775 – Winchester, 18 luglio 1817



8 commenti:

chaillrun ha detto...

sante, santissime parole!
E' proprio vero che le donne hanno una marcia in più! :)

Alberto ha detto...

A me basta le gentilezza, che scarseggia di questi tempi.

Adriano Maini ha detto...

Conosceva la vita, Jane! E come era anticonformista, per quei tempi!

SandalialSole ha detto...

Vedo che il google-doodle di oggi ha fatto colpo anche su di te. Buona giornata! (io ho iniziato con un sorriso)

Marina Salomone ha detto...

Concordo in pieno!

arte ha detto...

Io continuo a sostenere che la traduzione è sbagliata e che Jane sta dicendo un'altra cosa.

arte ha detto...

... anche perchè la frase, se fosse così, non avrebbe alcun senso.

Bruja ha detto...

questa donna si è sempre dimostrata fantastica...avanti per il suo tempo, attualissima ai nostri giorni...:-)