mercoledì, marzo 31, 2010

confidenze da una conosciuta

(vettriano)

raccolgo le confidenze delle amiche, le guardo mentre il dolore sale in superficie e la disillusione si fa strada tra le pieghe del loro cuore, ancora una volta qualcuno si è fatto male, qualcuno ha tradito le promesse fatte, qualcuno ha amato e qualcun altro si è lasciato amare, aleggiano gli stessi interrogativi sul perchè e sul percome, e io ancora una volta non so quali siano le risposte, come un tempo non sapevo darle a me stessa, e non ci sono nemmeno parole da dire perchè sarebbero quelle di sempre trite e ritrite, usurate dal tempo e che suonano banali e scontate, le guardi queste donne intelligenti, emancipate, autonome e vedi nei loro occhi una malinconia e una tristezza infinita e non ti resta che abbracciarle, in silenzio.

La zia Daniela si innamorò come si innamorano sempre le donne intelligenti: come una stupida.
(Angeles Mastretta)

15 commenti:

la signora in rosso ha detto...

è così.... non ci sono parole. Innamorarsi come una stupida è umano, ma non deve essere devastante.
Buona giornata amica mia

zefirina ha detto...

e invece alle volte le conseguenze purtroppo sono come dici tu: devastanti

stella ha detto...

...purtroppo sì, devastanti!

sospesanelviola ha detto...

che bella l'ultima frase!credo sia il tallone d'achille delle donne intelligenti!

serenella ha detto...

E' una grande verità...quella di innamorarsi senza resa, senza la possibilità di uscirne indenne.!

ROSA ha detto...

quando ti innamori sei in uno stato di grazia..e non sai bene quanto durerà...tutto ti sembra meraviglioso...anche se.... il rischio di farsi male è molto alto putroppo..

Tintarella di... Luna ha detto...

Questo che significa che a noi donne tocca sempre lo stesso destino??Mi sa che hai ragione e credo che almeno una volta tutte siamo state delle grandi stupide(ma io personalmente non me ne vergogno...!!!)

Vincenzo Cucinotta ha detto...

Proprio vero: tutte donne intelligenti :-D

zefirina ha detto...

non credo che ci tocchi lo stesso destino, credo che a volte siamo noi ad essere artefici del nostro destino, quindi se non impariamo dal passato, e non li chiamerei errori, se non facciamo tesoro di certi accadimenti poi non possiamo lamentarci dei risultati

penso, nel mio caso, che comunque sia andata ho molto amato e sono stata amata, e non è male come bilancio affettivo

zefirina ha detto...

vincenzo ......

Alberto ha detto...

Che poi in fondo l'innamoramento è un instupidimento, bello, quando è bello, ma instupidimento. Ciao.

Sebastiano Landro ha detto...

Bello questo post! complimenti!

Michele ha detto...

Ciao e BUONA PASQUA
Michele pianetatempolibero

zefirina ha detto...

grazie sebastiano e benvenuto in questo mio mondo

michele verrò a farti gli auguri

Clelia ha detto...

La fragilita' in certi rapporti discerne dall'intelligenza, colpisce tutto cio' che e' distante dal raziocinio e per questo ferisce il cuore. Ma non si puo' fare a meno di seguire gli istinti irrazionali, altrimenti diveremo macchine

un abbraccio

C