lunedì, dicembre 14, 2009

silenzio


quando parli a prescindere da chi o cosa, la cosa più importante è sapere quando stare zitti.
Non dire mai nulla che non sia meglio del silenzio. (cit.)

per questo è un po' di tempo che non scrivo niente sul blog, forse è tempo di silenzi.

20 commenti:

Baol ha detto...

A volte anche il silenzio parla, ma tu non stare troppo zitta, per favore :(

Lucien ha detto...

...non fuori, ma dentro
non rumore ma silenzio.
Non gridare ma ascoltare
non forzare ma lasciarsi andare
non imparare ma dimenticare
il silenzio è lo spazio per poter pensare.

Aeroplani Italiani - Zitti, zitti il silenzio è d'oro 1992

@enio ha detto...

preferivo i piccoli sogni... lì c'è solo da guardare, poco da dire e tanto da immaginare!

Michele ha detto...

parole 'sante'
buona serata
Michele pianetatempolibero

silvano ha detto...

Sai come succede di solito? Che chi potrebbe e dovrebbe parlare se ne sta zitto per pudore e chi dovrebbe star zitto parla in continuazione.
Quindi ti prego parla che tu non sei mai banale.

Pellescura ha detto...

....

Vincenzo Cucinotta ha detto...

Qua, mi pare si vada concretizzando una specie di congiura del silenzio. Da te poi, non ce lo saremmo certo aspettati, e genera comunque un vuoto in chi, come me, apprezza i tuoi interventi così eclettici e così interessanti. Dopodiche, non mi rimane che augurarti un buon silenzio: che possa essere preludio di parole sempre più stimolanti. Arrivederci, cara :)

stella ha detto...

Un abbraccio silenzioso.

la signora in rosso ha detto...

silenzio urlato!

MAURIZIO ha detto...

Spero di leggerti... comunque.

Clelia ha detto...

Spero che il tuo silenzio si spezzaerà al più presto, i tuoi lettori mia cara ti reclamano a gran voce ;)

Clelia

Baol ha detto...

Il post con le tue parole è online :)

Franca ha detto...

Un abbraccio e un saluto...

Pucc@M ha detto...

anch'io preferisco i sogni desiderati,realizzati,finiti,immaginati ..il silenzio lo lascio a chi ama stare da solo ! io poco..lascio il silenzio a te ! ma spero per poco e spero per un motivo non doloroso ,non triste..ma solo perchè non hai parole a volte capita !buona serata
baci Petra

marina ha detto...

sintonia!
marina

zefirina ha detto...

non è per un motivo triste, è solo che di questi tempi il silenzio e la riflessione sembrano essere merci rare, in un mondo dove tutti gridano ogni tanto una pausa fa bene, come diceva qualcuno se non hai niente da dire ...meglio tacere

domani torna l'altra metà del mio cuore: mia figlia e mio nipote e allora sicuramente ne avrò di cose da raccontare o forse sarò così presa da loro che non avrò tempo per farlo

chissà

il monticiano ha detto...

Sì d'accfordo la cosa più importante è sapere quando stare zitti.
Però se non riprendi presto a scrivere e parlare farò come Michelangelo che dette una martellata al ginocchio della statua del Mosè in San Pietro in Vincoli qui a Roma e gli disse "perchè non parli?".
Da domani mi tocca girare con un martello in tasca e, appena t'incontro, farò la stessa cosa.
Certo tu non sei Mosè nè io sono Michelangelo ma il martello lo so usare.

BC. Bruno Carioli ha detto...

Il tuo " silenzio " è pieno di di tanti significati.
Ciao, bruno

Alberto ha detto...

Il silenzio esiste perché c'è il rumore, e lo si apprezza proprio per questo.

Tintarella di... Luna ha detto...

Eh... e io parlo troppo!!!ma proprio troppo...