venerdì, novembre 28, 2008

viaggiare


(foto di francesco baldi)


Nessun vascello c'è che come un libro
possa portarci in contrade lontane

(Emily Dickinson)

14 commenti:

indierocker ha detto...

ciao!!!
passavo di qui sull'onda anomala dell'ultimo post di digito...

guccia ha detto...

Quant'è vero. I più incredibili mondi abitabili sempre lì, a un passo dalle nostre dita.

Pino Amoruso ha detto...

Passo per saluto veloce...

Belissima frase, è proprio vero...

Buon weekend ;)

marco ha detto...

meglio ancora se è un libro di fantascienza
:)
ciau

Angelo D'Amore ha detto...

scusate l'intrusione

ARBUSTUM: LA CASAL DI PRINCIPE MENO CONOSCIUTA

la mia zienda agrituristica compie 5 anni.
e' stato un lungo periodo di silenzioso impegno sul territorio.
spero che anche grazie a voi, il mio messaggio riesca a trovare maggiore visibilita'.

BC. Bruno Carioli ha detto...

Com'è vero 111
Un grande saluto.

Grazyana ha detto...

Quanto mi ci ritrovo in questa frase...in queste sere poi sono alle prese con "Il gioco dell'angelo"...sapessi quanti viaggi mi sto facendo tra le vie di Barcellona.

Franca ha detto...

Proprio vero...

marina ha detto...

Detto incomparabilmente come diceva tutto.
abbiamo Emily in comune, vedo!
ciao, marina

Pietro ha detto...

E pensare che non si trova più il tempo per leggere.
Più libri e meno post :-)

Clelia ha detto...

I libri sono fatti per viaggiare. Ed il viaggio è sempre emozionante se si sceglie il libro giusto!

un abbraccio

Clelia

riccardo gavioso ha detto...

una citazione da incorniciare: in effetti, per un viaggiatore pigro come me, niente di più confortevole che un buon libro :)

p.s. unico problema è che quello che sto leggendo (La Casta) mi ha condotto in paraggi che ben conosci ;)

un abbraccio e una buona domenica

SI-FA-SI ha detto...

Mi viene in mente il libro di Augias sul perche' uno legga e come questo ci possa cambiare...
I libri nn saranno mai sostituibili:-)
Vabbe', per me, discorso a livello materiale, nemmeno un e-book potra' mai prendere il posto o avere lo stesso fascino di un libro cartaceo...
Non c'e' verso:-P

SI

zefirina ha detto...

@indie sono venuta a curiosare anche io su tuo blog e ti ho linkato
@guccia il mio modo di evadere e di sognare
@grazy viaggiare cos' costa meno e poi quando ti capita di visitare luoghi di cui hai letto e cerchi le corrispondenze ...è un altro modo di viaggiare
@marina si poitrebbe dire che emily è una dele mie letture e riletture preferite
@pietro ma dato che io sono bionica trovo il tempo per postare, leggere i post altrui, feisbuccare, lavorare, occuparmi della mia famiglia, occuparmi di me e...vivere e la sera prima di andare a dormire leggere...

p.s. ovviamente sniffo ;-)

@ciao clelia concordo con te e ricambio l'abbraccio

@ricky la casta l'ho letto anche io e devo dire che contiene un po' di inesatezze o melgio a volte scrive di cose che possono essere mal interpretate da persone meno informate, e sai che non lo dico per difendere la categoria per la quale mi trovo a lavorare
@ si per me molte letture sono state fondamentali, mi hanno formato, come si soleva dire una volta

leggere per me è indispensabile