giovedì, maggio 08, 2008

vademecum per sparire



1) Decidi esattamente dove andare.

2) Recidi ogni legame senza mezze misure.

3) Elimina foto, numeri, carte di credito, ogni possibile vincolo codificabile.

4) Liquida ogni avere.

5) Procurati una nuova identità.

6) Allontanati più che puoi, in maniera sicura e imprevedibile.

7) Raggiunta la tua destinazione metti a frutto quanto ti è rimasto.

8) Nel frattempo riga dritto.

9) Adattati alle tue nuove possibilità.

10) Ricomincia a vivere e prova ad essere veramente felice.



(da Manuale di sparizione. La sfida dell'invisibilità nella società del controllo di Filippo D'Arino)



peccato che servano molti molti soldi per farlo per bene, in quanto al costo emotivo è alto ed è uguale sia per poveri che per ricchi.

12 commenti:

vinci ha detto...

io non voglio sparire...non sparire neanche tu :)

BC. Bruno Carioli ha detto...

Sparire ? mai e poi mai.
E tu non pensarci nemmeno un istante.
Il web senza di te è triste.

P.S., sarà mica la barca di D'Alema che naviga nel partito liquido profittando di un venticello leggero.

zefirina ha detto...

hei non vi preoccupate, io non ce la farei mai ad abbandonare le persone a me care, però un sogno nel cassetto ce l'ho: se avessi tanti tanti soldi mi comprerei una barca rigorosamente a vela e me ne andrei in giro per i mari.
Chi mi ama mi segua

zefirina ha detto...

p.s. bruno non con baffetto però

lupus ha detto...

io ci ho pensato già alcune volte .. avevo trovato anche i siti che te lo spiegano ..

zefirina ha detto...

lupus se non soffri il mal di mare ti faccio posto nella mia barca

lupus ha detto...

a che ora si parte? arg arg arg

S.B. ha detto...

Fin quando non ho letto questa poesia di Kavafis mi è sempre sembrata una buona idea sparire... ora la penso molto diversamente :-)

http://www.newsky.it/poesia/autori/_kavafis/lacitta.htm

artemisia ha detto...

Non si può sparire da se stessi, e nella maggior parte dei casi è proprio questo il problema.

zefirina ha detto...

simone la conosco quella poesia, e arte un filosofo disse una volta più o meno così: inutile cambiare il cielo sotto il quale vivi, se prima non cambi te stesso

arte però come disse un altro
posso perdermi anche a me stessa

;-)

Franca ha detto...

Lasciare detto di non essere cercati tramite "Chi l'ha visto?"...

zefirina ha detto...

me ne ero dimenticata franca, lo faccio subito