mercoledì, aprile 09, 2008

berluskoidi

Andrea ci ha raccontato a cena che l'altro giorno era in motorino davanti alla Feltrinelli di largo Argentina quando è passato a piedi il berluska circondato dalle guardie del corpo e ha stretto le mani a tutti quelli che incontrava, noi subito in coro:
ma pure a te???
si
e tu gliela hai stretta???
si
sei diseredato!!!!
ma mi ha preso di sorpresa!!! però mamma faceva impressione con quella faccia imbalsamata si vedeva proprio che era tutto rifatto!!!

hai capito il nano ce prova a irretirli da quando so' piccoli!!!!!

21 commenti:

Gianluca ha detto...

Io gliela avrei stretta..ma prima mi ci sarei sputato sopra.

Morgan ha detto...

devi dire ad Andrea di leggere il mio post di oggi allora :)

Alberto ha detto...

Politica a parte, Berlusconi è un uomo molto carismatico e -a suo modo- affascinante.
Comprendo bene l'impulso insulso di Andrea.
E comunque non morde! ;-)

Un abbraccio bipartisan :-)

lasposina ha detto...

cazzooooooo!
oddio preferisco fascista piú che forzista...ma mica pensa di votarlo quando sará 18enne.

Alice. Caterina Narracci ha detto...

Io al suo posto sarei preoccupata delle malattie, dei microbi... Poi si è disinfettato?
Catj :-)))

Gianfranco ha detto...

Bhè...la caratteristica di irretire i "piccoli" è sempre stata una prerogativa delle famiglie di sinistra...
Mai conosciuto una famiglia di sinistra dove i figli avessero poi, da adulti, idee moderate di destra...
Al contraio conosco tante famiglie moderate dove tra i figli le idee politiche sono le più disparate...e dico questo da buon emiliano...
Forse che Berlusconi stia imparando che per far politica sul territorio si deve copiare dai maestri...?

Satira Danzante ha detto...

Gianfranco, gli Anziani ricordano come fosse successo ieri, quando Mussolini passava tra due ali di Balilla vestiti tutti uguali, eli baciava, li prendeva in braccio, gli strappava un sorriso: la sinistra e la destra non sono uguali, sono le Ditatture ad esserlo. E questa in cui viviamo è una dittatura vera e propria: non c'è libertà di parola, non c'è libertà d'espressione, manca totalmente una Informazione Libera, non ci sono giornalisti che fanno domande e non ci sono cittadini che rimangono impuniti se si azzardano a toccare il politico di turno. Se in Italia la cultura del centrosinistra è quella più Libera non è per via della natura stessa dell'orientamento politico di quelle idee, ma più che altro perchè l'Italia è sempre stata la testa di ponte per le manovre statunitensi in Europa, e questo ci ha trasformati nel periodo della Guerra Fredda come il paese più oppresso e meno libero dal Libero Pensiero (scusa la ripetizione). Se fossimo nati in Ucraina, il pensiero libero sarebbe stato relativamente di centro destra proprio perchè l'influsso sovietico ci avrebbe oppresso per decenni, ma siccome stiamo in Italia è dal centrosinistra che è venuto lo slancio per innovarsi, per cambiare questa distruzione intellettuale. E lo dico da Uomo Libero, che non è nè di destra nè tantomeno di sinistra (metto Stalin e Mao sullo stesso livello di Hitler, e schifo la repressione cinese in Tibet).

E' di ieri la notizia che Dell'Utri vuole rivedere i libri storici per modificare ciò che è scritto sulla Resistenza, affermando che Mangano era un eroe: la deriva revisionistica presa da Berlusconi è schifosamente indecente. Se fossi un elettore del centrodestra, sarei il primo a scendere in piazza per chiedere che Berlusconi se ne vada a casa (o in Tunisia, come il suo caro protettore Craxi), perchè come diceva Indro Montanelli (ossia il più grande giornalista di centro destra mai nato), "Berlusconi è il macigno che paralizza la vita politica italiana".

Alla prossima

Satira Danzante ha detto...

Ah Zefirina, mi son dimenticato di chiedertelo :D ... ti andrebbe di fare uno scambio di link? Ne sarei onorato :)

intrigantipassioni ha detto...

....se ti dico che io lo ammiro da morire.....diseredi anche me?

Ed ha detto...

Berlusconi è rifatto, ma anche fatto.

lasposina ha detto...

Sono d'accordo con Satira danzante, ieri sono rimasta totalmente sconvolta dall'affermazione di quel disumano di Dell'Utri, c'é d'aver davvero paura del revisionismo storico, sopratutto quando é portato avanti da gentaccia del genere.
Ragazzi, inizio ad aver terrore.

Franca ha detto...

Almeno a casa ha usato un buon disinfettante?

digito ergo sum ha detto...

Oh, ma gliel'hai fatta l'antitetanica al tuo figliolo? Portalo subbbito all'ospedale, sa'?

Baol ha detto...

Ma guarda che io, tutte le volte che vengo a Roma spero di incontrarlo per farci una foto insieme :D








Così nel caso mi vengano a prelevare da casa dirò che sono suo amico

Gianfranco ha detto...

Non è mia abitudine rispondere nei blog altrui,se l'argomento nn è di cazzeggio e/o se la risposta non è indirizzata al titolare, ma facciamo uno strappo alla regola...solo uno...
Sinceramente nn capisco cosa c'entri l'analisi (anche un pò banale...nel senso che dice cose che sanno anche i sassi) di satira danzante con il commento che ho fatto io. Vorrei che qlc mi smentisse per quello che ho affermato. Io ci vivo in mezzo a quello che ho scritto.
Nelle famiglie di sinistra la politica arriva più facilmente nel piatto, che in quella di chi è moderato e non di sinistra, quindi i pargoli crescono di conseguenza.
Io vengo da una famiglia dove mio padre è nato comunista, ma morirà non di sinistra (vi evito i motivi) mia madre è sempre stata vicina alla chiesa e votava di conseguenza. Nonno socialista nonna democristiana. Ho degli zii a cui tengo molto che voterebbero comunista anche sotto tortura e sono gli unici che tragredivano alla regola della nostra famiglia:"in casa non si parla di politica".
Quindi certe cose che leggo le leggo come banalità.
@ La sposina: tranquilla e dormi serena il terrore appartiene al terrorismo e oggi, a parte qualche colpo di coda, in Italia nn esiste più. Certo abbiamo i no global che oltre che le vetrine e le cose altrui scassano qualcos'altro, ma tutto nn si può avere.
Riguardo al revisionismo di dell'utri mi trova d'accordo, se fatto da storici competenti. A tutti quelli che conoscono la nostra storia, almeno parlando degl'ultimi 70/80 anni, è noto che molte cose sono state tenute nascoste...sopratutto crimini perpetrati da "partigiani" durante la resistenza.La storia della resistenza che abbiamo imparato a scuola era figlia del compromesso storico che è sempre esistito tra Dc e Pci. Quì a Modena e nella provincia di Reggio Emilia ne sappiamo qlcs...

G.

ps: non so Berlusconi vincerà, ma ricordiamoci che se vincerà sarà perchè la maggioranza di noi preferirà lui alle alternative...
ps2: Patty ti chiedo scusa per questa intrusione e con questo commento, per quanto mi riguarda chiudo l'argomento

zefirina ha detto...

risposta globale la mia famiglia originaria non era affatto di sinistra ma centrista che più centrista non si poteva: ognuno di noi 4 fratelli ha scelto e seguito l'ideologia che gli si confaceva, qualcuno virando di qua e qualcunaltro di là, per via del luogo di lavoro dei miei genitori si mangiva quasi pane e politica o perlomeno i nomi dei politici non erano per noi ignoti.
Io e Tonino la pensavamo diversamente, non diametralmente opposti ma non votavamo per le stesse persone, quindi ognuno dei miei figli è stato libero di seguire le proprie idee, di certo non mi fa piacere avere un figlio che "fiammeggia", ma uno che berlusconeggia mi farebbe proprio orrore!!!

e quindi nelle mega riunioni familiari della mia famiglia allargata e allagata per tacito accordo non si parla (ma alla fine ci caschiamo sempre) nè di politica nè di calcio, chè anche lì tifiamo tutti per squadre differenti

detto ciò non sono così intransigente nè nelle amicizie nè negli amori, non chiedo nè per chi votano nè il loro 730/740 mi basta sapere che sono delle persone corrette e oneste

Federica ha detto...

concordo con il tuo ultimo commento... anche io non scelgo le mie amicizie in base alle loro idee politiche ma alla globalità della persona!
sul fatto di incontrare silvio, è un mio desiderio: mi piacerebbe proprio vederla da vicino quella faccia ... di tolla, diciamo così!

lasposina ha detto...

Caro Gianfranco, come ha detto la mamma a casa nostra si é sempre respirato la politica, nonna lavorava alla camera con personaggi di calibro sia della DC che del PCI.
Ti diró di piú, ho passato almeno due domeniche al mese della mia infanzia (soprattutto nei periodi di campagna elettorale) nella sede della DC a P.zza della Maddalena, a Roma, a casa dei miei nonni paterni avevamo i manifesti della vecchia DC anni'50-'60, non erano appesi ma ogni tanto mio padre me li faceva vedere. Sono andata per 13 a scuola privata cattolica (tranne una breve parentesi di 4 mesi alla scuola pubblica, nel liceo piú famoso e sinistroide di Roma).
Sempre i miei nonni paterni mi raccontavano storie sul fascismo e sui tedeschi a Roma, sul mercato nero, sulle bombe a S.Lorenzo, sulla guerra insomma. Mio padre fa e lavora in politica da quando ha 18anni, ma le mie idee politiche sono totalmente differenti dalle sue, nonostante credo sia suo il merito di aver fatto crescere in me una coscienza politica.
Quindi magari in Reggio Emilia sará come dici tu ed é anche logico crederlo ma per me per esempio non é stato cosí, quindi non generalizzerei cosí facilmente. Ho mangiato pane e politica da quando sono nata, la mia tesi era sulla comunicazione politica...
Tra l'altro detto con sinceritá il compromesso storico tra DC e PCI non c'é mai stato perché é morto con Aldo Moro.
E se dormo tranquilla é solo perché sono all'estero, con un buon stipendio, posso permettermi l'affitto di una casa, mio figlio va in una buonissima scuola pubblica e lo Stato mi fa sentire in qualche modo sicura.

Blindsight ha detto...

da una camera iperbarica e lettini di chirurghi plastici non è che si possa fare molto di più col proprio corpo se non una stretta di mano.. è il suo significato così decadente che lascia perplessi, perchè lui non si ricorderà mai della mano di tuo figlio, né tantomeno di lui e molti altri a cui la stringe per formalismi inutili in un paese dove una mano va tesa, e non stretta.
se berlusconi vincerà non sarà perchè qualcuno ha creduto in lui, bensì perchè è un uomo ricchissimo e molti elettori sono suoi dipendenti, poi non devo dirlo io che i soldi fanno il politico, soprattutto in questo piccolo nostro stato.
sono d'accordissimo con chi sottolinea che non è solo rifatto, ma anche molto fatto, mentre non sono d'accordo con ideali di figli che poco c'entrano, soprattutto oggi, con quelli dei genitori.
penso che gli italiani abbiano bisogno di meno apparenze, di meno show in tv, e quest'ultima, soprattutto quella di berlusconi, dovrebbe essere meno trash, ciao, laura

zefirina ha detto...

cara laura è per questo che vedo poca tv e mi rifuggio nei miei amati libri, per gli ideali dei figli si fa quel che si può, vista la mia tolleranza e democraticità non posso far altro che accettare che abbiamo idee diverse dalle mie, i figli non sono solo il prodotto di quello che abbiamo insegnato loro, dato che la loro vita è anche al di fuori della famiglia e le mamme che lavorano non possono controllarli a vista, e detto fra me e te io personalmente non ci tengo nemmeno

marco ha detto...

c'è gente a milano disposta a giurare che berlusconi è alto biondo con la barba gli occhi azzurri e predica l'amore universale