giovedì, ottobre 25, 2007

femmine

Ho finito di legger questo libro: "La femmina della specie" di Joyce Carol Oates, racconti di donne, madri, mogli violente a volte assassine, un libro tagliente, crudo, non puoi credere che le donne possano essere così cattive, non sono animate nemmeno da quella passione che potrebbe spingerle alla follia, sono così e basta, questa è la cosa pià agghiacciante. Eppure una parte di me, rimane affascinata, non arriverei mai a comportarmi come loro, almeno spero, ma so per certo che il dolore, l'indifferenza, la solitudine possono portare alla follia.
.............................
sono le cose che fai quando sei innamorata pazza, poi quando ci pensi dopo ti meravigli: Magari anche con un certo orgoglio. Pensi: Non posso essere stata io, non sono quel tipo di persona.

Il mondo è bellissimo se sei fortunato in amore.

Il matrimonio è un mistero. Perchè amiamo e quello che facciamo per definire e contenere il nostro amore. Per proteggerlo. Come se l'amore fosse una fiamma che possa essere spenta.

13 commenti:

lasposina ha detto...

Oggi ho avuto una conversazione al limite dell'assurdo da una parte e dei pregiudizi dall'altra, con un mio collega. Se ci ripenso mi vengono i brividi. Si parlava della creazione e dell'evoluzionismo, degli istinti che derivano dal nostro essere animali, di Eva nata dalla costola di Adamo per puro istinto di protezione e di calore tipico dell'uomo maschio (come dire noi donne abbiamo bisogno solo di sicurezze, ahah, mi è venuto da ridere, ma se da secoli le donne si lamentano dell'uomo che di natura è fuggevole...) di aborto, di stupro, etc. E ora leggendo questo post mi viene da pensare che queste donne cattive, perfide, maligne siano solo una risposta dei tempi in cui sono vissute. Se io, il mio sentirmi e essere (speriamo per sempre)una donna libera, lo devo anche a loro e ai loro atti scellerati, così sia.

Luna ha detto...

dio, com'è vero che sei sei fortunato in amore il mondo è bellissimo. i colori sono più vivi, la musica è più bella.

io le ho un pò perse queste sensazioni. mi sento arida.

zefirina ha detto...

@valentina per fortuna il tuo sentirti libera lo devi all'educazione che hai ricevuto (e diamine!!!), ai libri che hai letto, hai film che hai visto, hai viaggi che hai fatto e a madre natura che ti ha dotato di un carattere curioso e indipendente, grazie al cielo
@luna anche io mi sono sentita arida, poi è bastato poco, qualcuno che mi ha "innaffiato" e sono rifiorita, succede quando meno te lo aspetti, credimi
io lo so bene

marce ha detto...

Che dire... L'innamoramento è un mondo a parte. E' quello in vero mistero...... Una specie di colla che dovrebbe tenere insieme tutti i "mattoni" a venire..... Si è fortunati quando nessun "mattone" posato non cede indebolendo quello che si sta costruendo.....

zefirina ha detto...

come nei Lego o forse come quando giochi a jenga, se continui a sottrarre i mattoncini prima o poi la costruzione crolla
innamoramento e passione i grandi misteri non ancora risolti e sui quali ci arrovelliamo tutti, chi più chi meno

digito ergo sum ha detto...

Il mondo è bellissimo. Questo pensiero, se vissuto fino in fondo, fino a dentro le pieghe, allora porta "fortuna" in amore, nel lavoro, nelle cose a cui ognuno tiene. Riuscire ad avere una percezione del mondo come posto eternamente bello, perfetto in ogni sua imperfezione, questo è tutt'altro affare. È per questo che (tra le altre cose) siete al mondo. Perché se c'è un uomo in grado di penetrare in questo pensiero, se c'è un uomo in grado di farlo suo, se c'è un uomo capace di dominarlo... è una donna. Dio, del resto, è donna per definizione. Un abbraccio

daniela ha detto...

L'amore è una fiamma che ha bisogno di essere continuamente alimentata per non spegnersi. Ma dovrebbe essere un processo naturale, a cui non si pensa nemmeno. E alla fortuna non ci credo. L'amore, come tutto il resto, lo si guadagna.

Franca ha detto...

E' sempre difficile penetrare l'animo umano e capire cosa spinge a certi gesti.
Nei confronti delle donne poi si fa ancora più fatica perchè ancora si è condizionati da certi stereotipi che associano la donna principalmente a maternità e dolcezza

Gianfranco ha detto...

Se si è innamorati nn si è liberi e io spero di nn esserlo mai...

^__^

il massimo dei micheli ha detto...

mi devi assolutamente prestare questo libro! Era ora che si parlasse anche della violenza al femminile!!

guccia ha detto...

Io amo profondamente la figura di Medea.
La donna è donna soprattutto nelle sue esagerazioni di sentimento.

zefirina ha detto...

max quando passi te lo do

marco ha detto...

@Daniela come si fa a guadagnare l'amore? secondo me sbagli a non credere nella fortuna ... comunque esiste la casualità ... e qui do ragione a Zef ... quando meno te lo aspetti ...
ciau