mercoledì, marzo 28, 2007

assenza


Assenza più acuta presenza.
Vago pensiero di te
vaghi ricordi turbano
l'ora calma
e il dolce sole.
Dolente il petto
ti porta,
come una nota leggera.

(Attilio Bertolucci)

2 commenti:

Henry ha detto...

ecco...bertolucci e' un altro grandissimo cesellatore...per quanto mi sforzero' non riusciro' mai ad arrivari a questi livelli di leggerera profondita'...magnifico. grazie!

zefirina ha detto...

io invece dico di si, ci sei quasi