martedì, maggio 30, 2006

donne & motorini


io vado in giro in motorino, come tutte le mamme in molte faccende affaccendate e divise fra lavoro e figli, è l'unico mezzo disponibile per riuscire a far fronte a tutti gli impegni quotidiani, e lo uso in autunno, inverno, primavera e in estate, ed è specialmente in queste due ultime stagioni che si verificano fenomeni inspiegabili, (specie ora che non sono più una ragazzina, in un libro una volta ho letto la definizione donna di mezzà età, e sapendo l'età dell'autrice mi sono risentita, poi in effetti ripensandoci non ho intenzione di vivere fino a 99 anni), si sa che con la bella stagione le gonne svolazzano (non ci sono piumini che le te coprono) e se non svolazzano e porti una bella gonna lunga ma con gli spacchi, questi in motorino tendono a spaccarsi ancora di più, ora vorrei sapere quale prurito prende a molti esponenti del genere maschile alla vista di quel pezzettino di coscia che va dal ginocchio a metà gamba, tanto più che non ho lo stacco di gambe di Julia Roberts, si sono proprio curiosa di avere delucidazioni in merito;
altra osservazione: stamattina ho asciugato i capelli alla come venivano e secondo me venivano alla maga magò, secondo una mia amica invece sono alla mi sono appena alzata dal letto dopo una notte di passione (ma de che direbbero qui a roma), bè anche questo scatena delle reazioni degne di uno studio antropologico, sarà che come dicono tutte le riviste femminili in estate gli ormoni si svegliano???? sarà che anche l'occhio vuole la sua parte???? sarà che ci tocca passare veramente al burqua

4 commenti:

massimo dei micheli ha detto...

Quante domande!!
una prima considerazione: magari sei più bona di quello che pensi...
Comunque, anche tu fossi inguardabile, rimane in una donna da parte di un uomo, una quota di "guardabilità" invincibile. So che fra donne, vi trovate spesso a tagliare e cucire sulla "bruttona-che-comunque-sta-con-un-figo-pazzesco", oppure sulla "bruttona-che-fa-vedere-la-ciccia-e-rimorchia-e-invece-io-tuttaintiro-no". Credo che sia un modo con cui la natura garantisce la sopravvivenza del genere umano, e chi vince non è detto sia la più bella ma la più... ehm... disponibile.
Può darsi ci sia comunque nell'uomo (o nel maschio, non saprei) una certa attitudine (che riscontro anche in me, che sono quasi angelico) nel muovere gli occhi verso un tipo di forme e... come dire... texture, che per lo più sono incarnate nella donna: forme sferiche, morbide, vellutosità, pienezza. Più sono esposte e accessibili, più diventa irresistibile buttare lo sguardo...
A me fa questo effetto anche l'abside di S.Maria Maggiore, non posso fare a meno di occhieggiare emozionato...
In ultima analisi (è con l'analisi che noi angeli rimaniamo casti), l'esposizione di vulnerabilità (la nudità di una coscia, la fresca trasandatezza di una capigliatura lasciata asciugare all'aria) richiama ad un senso di qualche intimità possibile. Gli uomini sono delle bestie poetiche, a loro piace molto sognare ed immaginare...

30/5/06

zefirina ha detto...

caro il mio max, grazie per la tua precisa risposta, ma perchè non ti apri un blog tutto tuo, tu che sai scrivere e descrivere così bene???

massimo dei micheli ha detto...

Fare un blog mio? Scherzi! Lo sai quanto mi piace mangiare e poco apparecchiare... eh eh eh

fablues ha detto...

A Zefirì.. sto blog è appena nato e ammazza che produzione che hai! Brava, ma non riesco a statte dietro.
Avevo pensato di scrivere un pezzo sulle donne e sul loro senso di superiorità.. prima o poi lo farò.
Cmq, per rispondere al tuo post, gli uomini hanno questo istinto punto e basta. E' una questione di dosi ormonali. Come se ad un gatto je fai vedè na cosa che spunta appena da qualche parte e che se move come 'na coda. Vedi come s'arrapa!!!