venerdì, gennaio 30, 2015

senso di appartenenza





se prima guardavo con una certa sufficienza tutti questi attestati di orgoglio che amano tanti gli americani, riflettendoci ho capito che forse non e' un atteggiamento del tutto negativo, se non sfora nel fanatismo, a tutti piace sentirsi parte di un qualcosa, partecipare, appartenere, sia una scuola, un partito, una religione, una squadra, etc.etc. se gestito bene sicuramente porta un valore positivo nella vita comunitaria, perche' poi non e' che viviamo in un'isola deserta e con gli altri tocca confrontarsi spesso. Ecco allora che forse far parte di un gruppo aiuta nelle insicurezze, crea una specie di bolla protetta, magari solo apparentemente, ma che comunque ti fa sentire meglio, non ti fa sentire solo, fa comunanza per cosi' dire.

4 commenti:

Nicoletta ha detto...

oh si è vero. Per me adesso è l'esatto contrario. Sono appartenuta a vari gruppi che ho voglia di starmene in disparte e appartenerMI . Vediamo se funziona . ciao!!

Alberto ha detto...

Del resto le tribù esistono dai primordi.

Ambra ha detto...

Ma certo! Sono d'accordo. L'uomo non è un animale solitario. "La solitudine si deve fuggir ..." recitava la filastrocca.

Gianna Ferri ha detto...

...se non sfora nel fanatismo...!