martedì, maggio 27, 2014

condomini







è proprio vero le riunioni condominiali sono stressanti, io le affronto sempre con un po' di ansia anche per via di antipatie ataviche con una persona con la quale in teoria ho una relazione familiare, trattasi della cognata ancorchè soprannominata Crudelia Demon, la simpatia come potete intuire è reciproca, per mia fortuna è invisa a più condomini ma questo scatena ogni volta una bagarre che ci vorrebbe Kissinger per tenere a bada tutti, per il resto la vita condominiale tra vari bed & breakfast che si sono impadroniti del palazzo, affittuari che vanno e vengono, per il resto la convivenza è relativamente pacifica, la cosa curiosa che mi ha spinto a scriverne è che mi sono resa conto che alcuni di questi condomini farebbero concorrenza a Tom Ponzi, sanno i movimenti di tutti e tengono sotto controllo tutti gli spazi comuni, io invece cado proprio dal pero, anche ora che passo più tempo a casa, da brava pensionata, non mi accorgo proprio di nulla, certo conosco quasi tutti e se li incontro ci scambiamo se non i convenevoli di sicuro i saluti, due o tre sono come me padroni di cani e quindi capita di uscire negli stessi orari, ma non ho mai brontolato per i vari lavori di ristrutturazione o restauro, nè se qualcuno per qualche giorno ha intasato il cortile con manufatti, nè per il vociare allegro o la musica alta se qualcunaltro da una festa, d'altra parte avendo dei figli che non sono mai stati "tranquilli" e che invitavano a casa e invitano sempre una marea di amici, qui di tranquillità ce ne è stata sempre poca, per fortuna sotto di me non abita nessuno che si possa lamentare se ancora giocano a calcio dentro casa! Io poi ho sviluppato questa passione/ossessione per il karaoke e almeno una volta al mese organizzo un "canta che ti passa", tant'è che ormai persino la coppia del piano di sopra quando ci sente cantare, scende e si unisce al coro!

e voi? come vivete la vostra vita condominiale, vi ignorate o vi frequentate?

7 commenti:

il monticiano ha detto...

Vivo la vita condominiale in maniera curiosa nel senso che la casa non è mia ed il proprietario mi ha delegato vita natural durante in quanto lui non partecipa ad assemblee condominiali neppure a quelle di casa sua.

bilibina ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
bilibina ha detto...

Be, mi sembra un condominio allegro, tutto sommato!! Io non vado mai alle riunioni, ci va mio marito… abito in un gruppo di case a schiera e non abbiamo nessuno sopra o sotto, solo di fianco..gli spazi comuni sono solo il verde e gli accessi ai garage, ma ci sono sempre discussioni lo stesso!
Ci sono persone che hanno proprio la vocazione a complicare le cose…ma non mi lamento, c'è di peggio!!

bilibina ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Baol ha detto...

Quando ho fatto vita condominiale, a Milano, mi salutavo gentilmente con i vicini, con alcuni più che con altri ma nulla di più.

Nico (letta) ha detto...

ho avuto la fortuna di abitare da sempre in una casa singola e il pensiero che tra breve ci dobbiamo trasferire per forza di cose in paese e possibilmente in una soluzione piccola (tipo appartamentino..) ho l'ansia. Siamo abituati a non rispettare orari ,regole condominiali di convivenza. I miei suoceri abitano da sempre in un complesso elegante condominiale e raccontano che queste riunioni sono un alta fonte di stress: litigate sgarbi dispetti...

Ambra ha detto...

Beh io le ignoro proprio le assemblee condominiali, non partecipo. Probabilmente perché quand'ero studentessa ho dato in più occasioni una mano a mio padre che aveva uno studio di amministrazioni. Così io facevo da segretario e quelle riunioni mi disgustavano e mi hanno lasciato il segno. Non voglio saperne.