giovedì, febbraio 13, 2014

libri


ho letto prima il centenario e poi l'analfabeta, sono veramente esilaranti e divertenti, ambientati in giro per il mondo dove i due personaggi principali fanno degli incontri veramente straordinari, mi sono piaciuti, i personaggi, perchè non hanno grandi pretese e sembrano attraversare la vita con una leggerezza al limite dell'idiozia, o ingenuità che dir si voglia, ma in ogni situazione non si perdono d'animo  e trovano una ragione per andare avanti, e poi la loro simpatia è immensa, tant'è che riescono sempre a farsi una bella cerchia di amici.

Questo il riassunto del centenario:
Allan Karlsson compie cento anni e per l'occasione la casa di riposo dove vive intende festeggiare l'evento: Allan, però, è di un'altra idea e decide di punto in bianco di scappare. Con le pantofole ai piedi scavalca la finestra e si dirige alla stazione degli autobus. Lì ruba la valigia a un giovane biondo dall'aria feroce, sale sul primo autobus che gli capita e inizia così, sbarcando in uno sperduto villaggio svedese sconosciuto, una serie esilarante di equivoci e di incontri, anzitutto con Julius Jonsson - un settantenne ladro e truffatore. I due dovranno sfuggire al biondo che li insegue, e finiranno col farlo fuori dandogli una botta in testa con un asse. Poi, aprendo la valigia rubata, scopriranno che è piena di 52 milioni di corone svedesi, e inizieranno quindi la loro fuga dalla polizia e da una gang criminale che vuole recuperare il denaro, in un viaggio rocambolesco tra Mercedes, camion e donne fatali. Finiranno nell'esotica Bali, dove Allan troverà l'amore: l'ottantenne Amanda.

e questo dell'analfabeta:
Il 14 giugno 2007, il re e il primo ministro della Svezia scompaiono durante un ricevimento ufficiale al Castello Reale. Si diffonde la voce che entrambi non si sentissero bene, ma la verità è diversa. La vera storia è molto più complicata e molto più inaspettata. Tutto è iniziato un giorno nel 1961 con la nascita di una ragazza di nome Nombeko in una baracca a Soweto. Tutto lasciava immaginare che avrebbe vissuto nel ghetto per un po' e poi sarebbe morta di droga, alcool o semplicemente disperazione. Se non fosse stata la persona che era. Una persona capace di lasciare il ghetto, lavorare come donna delle pulizie e, imprevedibilmente, diventare il consigliere n. 1 del capo di uno dei progetti più segreti del mondo, legato agli armamenti nucleari. A causa di alcuni missili sudafricani, Nombeko finisce per emigrare dall'altra parte del mondo, il più a nord possibile, ed è così che l'equilibrata, neutrale, anti-nucleare Svezia si trasforma in una vera e propria centrale nucleare. Che influenzerà il futuro del mondo. Il tutto grazie a Nombeko - l'analfabeta che sapeva contare - e ad altri eccentrici personaggi: un Americano disertore in Vietnam leggermente "toccato", due fratelli gemelli che sono ufficialmente una sola persona, tre cinesi negligenti, una donna arrabbiata, una baronessa coltivatrice di patate e, come detto all'inizio, il Re svedese e il Primo Ministro.

7 commenti:

il monticiano ha detto...

La lettura dei due riassunti dei libi mi ha fatto molto ridere.
Posso solo immaginarlo il resto.
Grazie Zefiri'.

Gianna Ferri ha detto...

Direi rilassanti, senza grosse pretese...da leggere quando si è giù di corda.

Ambra ha detto...

Da quello che scrivi c'è da divertirsi. Un po'di buonumore è indispensabile per sopravvivere tra i problemi di ogni giorno, quindi sane letture.

Cri ha detto...

Ne hanno parlato bene pure a me. Di tutti e due. Appena ho finito i miei venti cominciati...

Sandra M. ha detto...

Beh...me li annoto ;)

Baol ha detto...

Questi due libri è da un po' che voglio comprarli...

Stefania ha detto...

concordo in pieno. Libri che meritano. Ti abbraccio forte forte.