venerdì, agosto 02, 2013

2 agosto 1980

ero tornata a Roma il giorno prima, la mia ditta, il mio primo lavoro era di Bologna, è tutt'ora di Bologna, per la precisione di Zola Predosa, molti colleghi prendevano il pullman per andare lì di fianco, per fortuna molto prima, ho preso spesso il treno prima e dopo quella data e sono passata tante volte in questa stazione, dopo quella data ogni volta non ho potuto fare a meno di pensare a quello che era succcesso, ogni volta una stretta al cuore, una di quelle date che  non riesci proprio a dimenticare

8 commenti:

Cri ha detto...

Ci pensavo fin da ieri. Il 2 agosto è un giorno conficcato nella memoria. Mai potremo dimenticare.

Adriano Maini ha detto...

Ricordo tutto come se fosse accaduto ieri mattina.

Gianna Ferri ha detto...

Tragedia indimenticabile per me, figuriamoci per te...ti capisco, Zefi.

Alberto Cane ha detto...

E i mandanti si potranno mai scoprire?

il monticiano ha detto...

E come si può dimenticare una tragedia del genere soprattutto se ancora non si sa chi impartì l'ordine di fare quella strage.

Marina Salomone ha detto...

mi associo ai commenti precedenti.... e come dimenticare?
Intanto buon proseguimento estate!!!!!

malielan ha detto...

avcevo poco più di quattordicianni in quel periodo e il mio fidanzatino di allora recandosi in vacanza a Rimini ha sbagliato per un soffio quel treno. ricordo lo smarrimento e la sensazione che ho provato..

zefirina ha detto...

I mandanti non li vogliono trovare!