mercoledì, ottobre 03, 2012

lo sai la gente è strana

lo so la poesia postata in precedenza poteva sembrare triste e amara, eppure in questo periodo non mi sento nè triste nè amara, solo un po' confusa, confusa perchè non riesco a capire cosa vogliono gli altri da me, io dal canto mio so cosa non voglio, e forse non dovrei nemmeno chiedermi cosa vogliano gli altri , in effetti poi io proseguo per la mia strada all'insegna del chi mi ama mi segua e tutti gli altri vadano a......prendere un'altra strada, però quel piccolo punto interrogativo a mo' di tarlo mi perseguita, allora mi dico che la gente è strana, che da vicino nessuno è normale, e probabilmente nemmeno io lo sono poi tanto, e che è inutile farsi le cosidette pippe mentali, conviene solo non farsi toccare più di tanto, non farsi vampirizzare e cercare di mantenere un proprio equilibrio in questo momdo di funamboli
 

15 commenti:

il monticiano ha detto...

Zefiri', un consiglio sinceramente amichevole: fregatene.

Cri ha detto...

Ah, come mi piace 'sto post!
Oggi particolarmente, poi...
E' stato quel piccolo punto interrogativo che m'ha fregato a me... Per troppo, troppissimo tempo! E proprio oggi ho trovato la soluzione in questo dialoghetto avuto con la sanguisuga tornata alla ribalta:
Io - Come va?
Lui (con alterigia nella voce) - Non mi posso lamentare.
Io - Ecco allora perché non mi chiami più!

Marina Salomone ha detto...

concordo in pieno!

Gianna ha detto...

Cara Zefi, anche se tardi ho imparato ad essere indifferente di fronte a certe provocazioni.
E ora come sto meglio!

pOpale ha detto...

Ho imparato che fare lo slalom fra le pippe mentali allunga la mia serenità ;-)
p.s.: è rimasta della sacher? ;-)

adamus ha detto...

Sei passata da paziente a psicoterapeuta in pochi istanti.
Sei bravissima, credo che il Tuo sia un atteggiamento vincente.
Dobbiamo soprattutto piacere a Noi stessi. Non è buona cosa snaturare il nostro essere per piacere agli altri, prima o poi se ne pagano le conseguenze.
Ciao, buona serata.

endi ha detto...

mi hai ricordato una canzone, grazie. ciao.

Adriano Maini ha detto...

Se posso dire, ricordati di certa sagacia popolare della tua gran bella città!

Ambra ha detto...

Eh Zefirina, ti ripeto le parole del nostro comune amico Aldo il monticiano.

Giorgia Percosasiamonati ha detto...

"La gente è strana" è un comune stereotipo. Più semplicemente ognuno è fatto a modo suo e si crea delle aspettative su come dovrebbero essere gli altri per considerarli "normali" . Ha ragione Adamus: dobbiamo piacere innanzi tutto a noi stessi, ma non solo, dobbiamo amare gli altri nelle loro diversità, senza pretendere che si adattino alle nostre aspettative di normalità. Un abbraccio

Arianna ha detto...

Ma sì...occorre mantenere un certo equilibrio...cose ben dette.
Buona domenica.

Blindsight ha detto...

in equilibrio ci si può rimanere anche con i dubbi però, in fondo pensa che 00 se tutto fosse sicuro e certo, tutto stabile e mai traballante! il dubbio a volte è come quella scorciatoia che quasi nessuno conosce ed è raramente percorsa, però alla fine ti porta prima alla meta, non credi? poi se le tue sono proprio pippone mentali sulle diversità allora è un altro discorso, ma non so aiutarti perché io pure stamattina mi sono chiesta "ma perché è vero e non l'ho sognato che sono diventata così diversa?".
insomma a questo punto la domanda è: le pippe mentali ce l'hai per un equilibrio o per le diversità? secondo me una come te si appallerebbe non poco nella "normalità", sbaglio? fatti viva bacione e buona domenica, laura

David Pierrot Coppari ha detto...

C'è un bel libro di Elisabetta Cabona "Funamboli del tempo" che ben rappresenta il tuo post.
Come detto dai più ....... a chi non ti segue.
Bon dimanche
Pierrot

zefirina ha detto...

David mi hai incuriosito corro a comprarlo da brava book addicted

credo di essere sempre in equilibrio instabile ma alla fine in un modo o nell'altro riesco ad arrivare alla fine della fune ...

vi leggo ora, ho passato la domenica in campagna ed è stata veramente una buona domenica

grazie

Baol ha detto...

Beh, se non si fosse strani, si sarebbe noiosi, no?

;)