venerdì, giugno 15, 2012

ho visto cose che

ho visto cose che voi .....

bambine di non più di 11 anni farsi manicure e pedicure in un centro estetico, Valentina dice che probabilmente era per una festa di compleanno o per festeggiare la fine della scuola, erano in 5 e si stavano facendo mettere tutte smalti bicolori, pare che qui vada per la maggiore

bambini ma anche alcuni adulti fare il bagno in piscina con magliette apposite, qui fanno 30 gradi ma non gli si squama la pelle??? o hanno così tanta paura del sole?????

ho visto persone ingurgitare una quantità incredibile di cibo spazzatura in successione continua

ho visto persone fare jogging sotto il sole cocente

ho visto un gruppo di mamme con passeggino, munito di regolamentare bambino, correre insieme ad un personale trainer, e farlo ovviamente nell'orario consigliato dai pediatri e cioè tra le 14 e le 16

ho visto molti andare in bicicletta (anche io mi sono adeguata)

ho visto supermercati dove ci sono 10 tipi di latte, 25 tipi di farina, una maera di biscotti con un altro contenuto di burro, cibo etichettato come organico ..ma ne siamo proprio sicuri???

ho visto un piccolo supermercato apparentemente scamuffo ma con una frutta e verdura che nemmeno ce la sogniamo

ho visto gente pagare un caffè con la carta di credito (vabbè che qui un cappuccino e cornetto lo paghi 6 dollari)

ho visto sorrisi a profusione, anche se Valentina dice che sono ipocriti, ma almeno non hanno le facce ingrugnite!!!!

mi sono sentita chiedere informazioni in inglese ma anche mi sono sentita salutare con un dasvidania!!! (chi me piglia pe francesa, chi me piglia pe spagnola!!!)

domani vado a san francisco dove nel quartiere italiano fanno una grande festa, vi dirò

9 commenti:

il monticiano ha detto...

Che bel "diario di bordo" hai scritto e quante notizie comiche e interessanti. Certo che st'americani non finisono mai di stupire. Però le piè belle "cose" da vedere saranno senz'altro i tuoi cari. Che bello
Lorenzo! Complimenti.
Un caro saluto e buon proseguimeno,
aldo.

Adriano Maini ha detto...

Un resoconto chiaro e preciso dal tono decisamente brillante, ma penso che la cosa più bella sia la tua gioia per essere tra i tuoi cari.

Gianna ha detto...

In tram ho visto anche qui smalti bicolore su unghie di ragazzine...mah dico io!

Buon soggiorno e goditi i familiari.

Blindsight ha detto...

patrizia hai fatto una fotografia, un'istantanea meravigliosa dell'occidente: sei bravissima!!!

Ambra ha detto...

E' un fatto generazionale. La mia generazione diventava donna (col permesso quindi di mettersi lo smalto s'intende a un colore e possibilmente solo leggermente rosato)a 17 o 18 anni. Mia figlia a 15-16 anni. Mia nipote a 13-14 (ma la mamma ancora non le permette lo smalti).
Certo a 11 anni sarebbe meglio dedicarsi ad altro. Così si bruciano le tappe insieme con l'adolescenza.

Franca ha detto...

Il mondo cambia, ma non sembra in meglio.
Un caro saluto.
Franca

Marina Salomone ha detto...

ah ah ah che bel reportage!!!! intanto mi fa piacere che ti godi questa vacanza...poi mi sembra troppo simpatico il tono critico di ho visto cose!!!!! ciao, buon proseguimento!

Adriana Riccomagno ha detto...

Eh, eh, immagino! Bene, rimango in attesa della prossima puntata...

Vania ha detto...

Ciao Zefirina, carine le cose che ci racconti. Certo che 11 anni mi sembra siano pochi per lo smalto ecc... E' vero che il mondo va avanti, ma bruciare le tappe troppo in fretta è deleterio per i ragazzi. Abbraccio te e il tuo delizioso nipote.
Buon inizio settimana e.... al prossimo simpatico racconto.