mercoledì, agosto 10, 2011

dilemma

okkiverdi


Guardare troppo lontano è un errore. Se uno guarda lontano, non vede quello che ha davanti ai piedi, e finisce per inciampare. Ma anche concentrarsi troppo sui piccoli dettagli che si hanno sotto il naso non va bene. Se non si guarda un po' oltre, si va a sbattere contro qualcosa. Perciò è meglio sbrigare le proprie faccende guardando davanti a sé quanto basta, e seguendo l'ordine stabilito passo dopo passo. Questo, in tutte le cose, è il punto fondamentale."

io sto facendo così e mi sembra che funzioni anche se a volte ho la sensazione di perdermi qualcosa, ma sicuramente non è niente di importante e se invece lo fosse ...pazienza.

6 commenti:

Blindsight ha detto...

mah penso che non bisognerebbe mai rinunciare a guardare, sta a noi non perdersi in immagini e figurine, sarà che io ormai devo guardare tutto con gli "occhi dell'oltre" e mi sembra un peccato perdersi qualcosa, ma io non faccio testo quando si parla di occhi e visione.
un abbraccio forte laura

Veneris ha detto...

Oddio non è che mi è proprio chiaro il dilemma in questione, però credo che la via di mezzo è sempre la migliore senza rimpianti.

Adriano Maini ha detto...

Consiglio un po' di via di mezzo, ma soprattutto di affidarsi all'istinto, istinto del resto rodato da esperienza, sensibilità e cultura.

zefirina ha detto...

hai ragione laura basterebbe non perdersi in "figurine", io ogni tanto come già detto mi perdo

la via di mezzo mah non lo so

Baol ha detto...

Secondo me fai benissimo a fare così :)

zefirina ha detto...

:-)