lunedì, maggio 03, 2010

la pillola del desiderio

la pillola questo mese compie 50 anni, osannata e criticata, in Italia dovettero addirittura abolire un articolo del codice penale il 553 con una sentenza della Corte Costituzionale, articolo che puniva chiunque incitasse o propagandasse pratiche contro la procreazione, e sbandierata come strumento di rivoluzione sessuale negli anni '60; oggi c'è chi dice che il fatto che si sia pensato ad una pillola anticoncezionale rivolta solo al mondo femminile sia stata una falsa concessione al libero arbitrio delle donne.

Io personalmente l'ho assunta da quando avevo 16 anni, per via di alcuni problemi legati al ciclo, ero un mito fra i compagni di scuola, perchè per non dimenticarla l'avevo in bella vista sul comodino... l'ho sempre vissuta come una liberazione: liberazione dai dolori che altrimenti mi spossavano ogni mese, liberazione dal pensiero di gravidanze indesiderate, non ho mai avuto effetti collaterali e seppure ci sono stati non ci ho mai fatto caso, talmente era grande il beneficio, la tranquillità che mi dava. Per questo non ho nemmeno mai letto le controindicazioni del bugiardino e ho seguito poco le polemiche che negli anni si sono succedute: fa venire il cancro al seno, o al contrario lo cura, incide sui tumori al collo dell'utero, o invece lo preserva dai suddetti.
L'ho presa quasi continuativamente fino ai miei primi 50 anni, ed eccomi qua, continuo a prendere un altro tipo di ormoni per altri disturbi legati alla menopausa, ecco perchè non riesco proprio a comprendere chi la demonizza, per me è stato e per un certo verso lo è ancora un gesto quotidiano, come lavarsi i denti o la faccia.

p.s. e le pillole degli anni settanta erano delle bombe in confronto a quelle in commercio ora.

9 commenti:

guerreronegro ha detto...

Secondo me l'evoluzione della pillola femminile (aspettando quella maschile) è l'anello vaginale a rilascio di ormoni che ha l'innegabile vantaggio di doverlo indossare una sola volta al mese. Quante volte ci si è dimenticati di assumere la pillola tutte le sere (o tutte le mattine)? E quante altre volte si è presa una pillola doppia? Con l'anello vaginale tutto questo non accade più.

Anonimo ha detto...

B soir
nous,pays du nord sommes tres
ouvert sur ce sujet et depuis longtempt

tino de luik

Blindsight ha detto...

la scienza potrebbe fare uno sforzetto anche verso gli uomini però, noi donne sempre imbottite di tutto! personalmente rimasi incinta pure con la pillola, uno dei rari casi, anch'io l'ho presa per anni e da quando avevo 15 anni, a me però serviva solo come anticoncezionale perché non ho mai avuto problemi ormonali, quindi mi creava un bel po' di effetti collaterali, anche perché come dici all'epoca erano vere bombe! oggi avrei un figlio di ben 31 anni, oltre a quello di 24, invece dopo aver deciso di averlo lo persi spontaneamente tra il quinto e sesto mese.
ho passato in seguito la mia vita in una spirale, o iud, che per me funzionò meglio della pillola però.
comunque il vero effetto collaterale della pillola, almeno per me, è stato quello psicologico: a volte ancora mi dico "ma l'ho presa??" per paura di dimenticarmene :)

zefirina ha detto...

pensa come funziona il mio cervello, ogni volta che la sera mi dimenticavo di prenderla potevo esser certa di sognarmi di rimanere incinta!!!!!

invece gli altri metodi per così dire "intrusivi" non mi sono mai piaciuti, psicologicamente per me è più semplice assumere una pillola, e poi essendo per me anche curativa altri metodi non avrebbero avuto lo stesso effetto.

ciao tino a volte faccio fatica a tradurti :-)

adamus ha detto...

Ciao,gran bella invenzione, ha regalato tantissimi anni di tranquillità a me e consorte.
Certo..dispiace che sia la Donna ad ingurgitare, comunque, mia Moglie l'ha presa di sua spontanea iniziativa per oltre 30anni e non ha mai avuto il minimo problema procurato dalla pillola.
Un caro saluto.

Anonimo ha detto...

faccio fatica a scrivere italien,
ma lo parlo un po
salut zef

tino de luik

silvano ha detto...

La libertà, specie se della donna, ha sempre fatto scandalo. Hanno provato negli anni a criminalizzarla (la donna, la libertà e pure la pillola), ma non ci sono riusciti. Mica possono sempre vincere i benpensanti.

Vittoria A. ha detto...

La pillola e' sicuramente stata un farmaco incredibile che ha apportato infiniti vantaggi sia fisici che psicologici a milioni di donne e famiglie. Io ho fiducia nella scienza e spero che continuino a crearne sempre di nuove. Il controllo e' sinonimo di responsabilita' e non di negazione quindi non ho mai capito chi ne parlava male. Direi che chi si e' espresso contro la pillola temeva altri tipi di liberta'. Grazie per aver parlato e di aver reso omaggio a questo farmaco utilissimo!

Marina Salomone ha detto...

Credo che la contraccezione in generale sia una pratica giusta e ho un passato di militanza femminista per diversi anni... tuttavia il mio parere sulla pillola è che si tratta del Burka della donna occidentale. A te, e a molte altre è andata bene e mi fa piacere, ma nella casistica che osservo quotidianamente in farmacia, servendo una media di 500 persone al giorno (a parte le mie opinioni in fatto di farmacologia) questo farmaco ha parecchi effetti avversi, e in ogni caso, anche quando la donna si sente bene, è dimostrato che la pillola (parlo di quella leggera) causa un danno ossidativo alle cellule pari a quello indotto da due pacchetti di sigarette al giorno! Con questo non faccio giudizi morali ma solo sanitari. Personalmente fin dal primo momento mi sono rifiutata di assumerla, quando ho saputo che era controindicata per le fumatrici.
Ora gli uomini hanno invece il viagra che sta diventando il loro capestro!
Ps metti sempre belle foto!!!
Ciao cara!!!