giovedì, aprile 15, 2010

storia d'amore e di morte


leggo questa notizia sul blog di laura e mi viene subito in mente la canzone di Herbert Pagani, albergo a ore che è poi la traduzione de les amants d’un jour cantata da Edith Piaf, i protagonisti di questa storia odierna non erano amanti occasionali ma compagni di una vita che erano sicuri di non poter sopravvivere l'uno all'altro e che quindi hanno scelto di provare a fregare la morte ed arrivare prima di lei, il piano è riuscito solo in parte, leggete l'articolo di Laura, la storia non può non colpire e ribadisce il concetto che l'amore, la passione non hanno età e che in certi casi non appassisce mai.


questa la versione di edith piaf



questa la versione è di herbert pagani

10 commenti:

S.B. ha detto...

A me è venuta in mente questa canzone http://www.youtube.com/watch?v=SkbknRVNCYI

Blindsight ha detto...

lei è sopravvissuta: avevano solo sentito dentro quello che gli sarebbe successo.
ora lei capirà che l'amore non finisce mai, che non è qualcosa da identificare necessariamente nel mondo materiale, o tridimensionale come il mio, quello cioè da toccare.
ciao patty, bella riflessione e interessante anche il blog di laura

zefirina ha detto...

in effetti anche quella dei baustelle ci sta bene!!!!

@laura per lei sarà terribile, credo, sopravvivere ad un amore è straziante

il monticiano ha detto...

Hai arricchito questo tuo post con la foto di un bellissmo quadro e con i due video perfettamente in sintonia con la storia.
Sono andato al blog di Laura, ho letto il suo post e il riferimento all'età, come lo hai fatto anche te, mi ha molto colpito.
Ci sarà un perchè non credi?

zefirina ha detto...

aldo voglio sperare che sia semplicemente perchè il nostro cuore è ancora vivo e capace di provare emozioni

Alberto ha detto...

E ci sono anche casi, non rarissimi, di chi, morto il compagno o la compagna dopo una vita passata assieme e un grande amore non spento, muore anche lui, lei, lo stesso giorno, il giorno dopo.

Anonimo ha detto...

tres belle chanson de piaf mais
"la chanson des vieux amants "de
brel .

tino de luik

Baol ha detto...

Un abbraccio...

marina ha detto...

ho letto il post di laura, e non posso che ripetere che il finale è crudelissimo
marina

garabondo ha detto...

ho letto quest'autunno un bellissimo libro che consiglio a tutti coloro che sono stati toccati dalla notizia data dal tuo post
il titolo è " in viaggio contromano" di zadoorian per la casa editrice marcos che racconta con tutta la poesia possibile la dura realtà di una coppia matura.
vale proprio la pena di leggerlo

ciao