giovedì, aprile 29, 2010

il viaggio


Un mattino partiamo, il cervello in fiamme,
il cuore gonfio di rancori e desideri amari,
e andiamo, al ritmo delle onde, cullando
il nostro infinito sull’infinito dei mari:


Ma i veri viaggiatori partono per partire;

cuori leggeri, s’allontanano come palloni,
al loro destino mai cercano di sfuggire,

e, senza sapere perchè, sempre dicono: Andiamo!

I loro desideri hanno la forma delle nuvole,

e, come un coscritto sogna il cannone,
sognano voluttà vaste, ignote, mutevoli
di cui lo spirito umano non conosce il nome!

Baudelaire

(A Maxime du Camp)

5 commenti:

Baol ha detto...

Un po' di nubi in giro?

un abbraccio

zefirina ha detto...

nuvole barocche :-)

Michele ha detto...

ciao
Michele pianetatempolibero

ROSA ha detto...

soffio sulle nuvole per far spazio al sole ...

Alberto ha detto...

Andare, partire senza meta, e poi farsi cullare dai venti e dalle onde.