sabato, gennaio 23, 2010

l'unica cosa bella

l'unica cosa bella di venire a lavorare in una gelida mattina di inverno, è venire in ufficio a piedi e godersi una Roma quasi deserta, con una luce talmente speciale che non puoi fare a meno di pensare quanto sia bella!

specie se sei così fortunata da lavorare in pieno centro storico

19 commenti:

guerreronegro ha detto...

Buon lavoro!

Tintarella di... Luna ha detto...

Uff!!Anch'io vado all'università in pieno centro storico...ma cavolo sotto la metro non si vedono certe cose!!ahaah
Un saluto!

garabondo ha detto...

una delle cose belle del sabato in questi ultimi anni è che anch'io vado a lavorare, ma in campagna, e leggendoti ho pensato che quella luce che hai visto te a Roma oggi, certamente glela abbiamo regalata noi, perchè quando si và in campagna con il cuore questa luce c'è dappertutto e da sempre
ciao e buona giornata

ladyoscar ha detto...

Concordo.Beata te che vivi e lavori in centro, e puoi godertelo tutti i giorni.

Baol ha detto...

Ottimo modo di iniziare una giornata

Alberto ha detto...

Una luce che apre il cuore. L'avessimo noi in questi giorni a Milano.

laPitta ha detto...

è vero, Roma, con questa luce e con questo freddo, è veramente splendida: anche Ostia oggi non era male! :-)

Blindsight ha detto...

e i profumi che escono dalle caffetterie la mattina presto? e i suoni delle fontane e quelli di un violino all'angolo di un vicolo? roma è il top per le percezioni sensoriali, sarà un gran casinum.. ma.. me dispiace ma roma nun c'ha paragoni! comunque patrì menomale che non sono mai stata invidiosa :)

Pucc@M ha detto...

ciao zefirina e buon week-end !

Clelia ha detto...

Roma e; sempre Roma.....

marina ha detto...

a me piace annusarla questa aria nuova che si sente..
ciao, marina

artemisia ha detto...

Beata!!!

ROSA ha detto...

ho nel mio cuore un bellissimo ricordo grazie alla magica Roma...ciao alla prossima

MAURIZIO ha detto...

Roma resta ineguagliabile. E non solo per quello che offre esteticamente. Ha ragione Laura, è un insieme di profumi, suoni, atmosfere, che la rendono unica.

zefirina ha detto...

@laura hai reso perfettamente l'idea, e dto che sabato mattina nessun utente è venuto a disturbare il mio turno per certi versi mi son anche riposata

hamelin ha detto...

Sabato volevo vedere il dipinto di Leonardo a Palazzo Venezia, ma la giornata splendeva troppo e c'era 1km di fila. Così ho deviato per il tramonto ai Fori Imperiali. Meraviglioso.

il monticiano ha detto...

Zefiri', senti come parlo elegante.
Mi corre l'obbligo di dirti che conosco troppo bene quella zona che amo e ti spiego i perché:
- a Piazza Navona, all'ultimo piano del palazzo che fronteggia l'Ambasciata del Brasile. tra una chiesa ed un grosso negozio di articoli per bambini, se c'è ancora, ci abitavano mio suocero ed i suoi fratelli e sorelle;
- vicino l'Arco della Pace, in una strada piuttosto stretta, vi è nata mia moglie ed io frequentavo quella zona ed altre limitrofe sin dal 1948;
- quando nel 1963-64 mio figlio aveva quattro o cinque anni, lo portavo lì perché c'era uno che affittava tricicli e biciclette;
- facevo abbastanza frequentemente il tragitto a piedi da Corso Rinascimento a Piazza dell'Orologio traversando piazza Navona, dove mi piaceva sostare, e percorrendo via del Governo Vecchio;
- fino al 1990-91 ho lavorato presso uno studio notarile in Via dei Baullari angolo Corso Vittorio a due passi da Piazza Navona.
Mi fermo qui giacché ho occupato troppo spazio del tuo blog e ti ho anche annoiato.

zefirina ha detto...

caro aldo non mi hai annoiato affatto, e conosco bene anche io i luoghi che hai nominato perchè metà assidua dei miei vagabondaggi fin da quando ero ragazza, specie il triangolo delle bermude come lo chiamo io: piazza navona, piazza campo de fiori e piazza farnese, siamo proprio fortunati ad abitare a pochi passi da...tutto

@hamelin anche io ci ho provato appena uscita dall'ufficio, ma come te vista la fila ci ho rinunciato

hamelin ha detto...

Ma c'è sempre così tanta fila?
Perchè giovedì ci riprovo...