venerdì, novembre 27, 2009

unfriend

Doveva essere Facebook, o almeno così si ipotizzava, ma così non è stato. Quest’anno gli editori del New Oxford Dictionary regalano come da tradizione il massimo riconoscimento di parola dell’anno 2009 a un termine diverso dalle aspettative, anche se parente del famoso social network. La parola dell’anno decretata dagli autori del prestigioso dizionario è infatti Unfriend, ovvero rimuovere qualcuno come amico dal proprio profilo. Così come su Facebook e MySpace sono importanti i friend collegati al proprio account è anche sempre più diffusa la pratica di cancellare elegantemente il nome di un amico dalla propria lista. Secondo Christine Lindberg, lessicografa dell'Oxford's U.S. Dictionary Program, si tratta di un neologismo destinato ad essere longevo e in grado di fotografare alla perfezione le dinamiche sociali che si sono imposte nella realtà della rete 2.0.
(dal corriere della sera)


però che liberazione poter cliccare su ignora o su cancella, e senza che l'altro lo sappia, se ne potrà accorgere solo dopo un po', e poi l'amicizia va meritata mica si può dare a tutti

17 commenti:

Alberto ha detto...

Amicizia, amici? In questo caso mi sembra una parola grossa.

Tintarella di... Luna ha detto...

è brutto essere però l UNFRIEND di qualcuno...

Michele ha detto...

condivido
l'amicizia bisogna meritarsela
buona giornata
ciao
Michele pianetatempolibero

zefirina ha detto...

alberto l'abbiamo sempre detto che la parola amici viene spesso usata a sproposito non sto qui ad elencare i perchè e i percome, non so se in inglese la parola friends abbia un significato più ampio e comprenda anche i conoscenti virtuali o meno, altro sinonimo non mi viene

luna ma non possiamo voler bene o farci piacere proprio tutti

michele :-)

marina ha detto...

ma dove le trovi queste notiziuole così interessanti?
questa mi piace molto.
grazie, marina

il monticiano ha detto...

Posso essere almeno un "blogger amico" oppure tolgo amico?

zefirina ha detto...

tu aldo e lo sai sei più di un amico per me

zefirina ha detto...

marina per lavoro e per piacere macino notizie

Franco Zaio ha detto...

La mia parola dell'anno invece è UNFACEBOOK: http://zaio.blogspot.com/2009/01/eyes-without-facebook.html
e comunque l'amicizia è un'altra cosa.

zefirina ha detto...

andrò a leggere il tuo post

Baol ha detto...

Ho sempre pensato che "amico" sia un appellativo importante che comporta anche responsabilità, per questo quando chiamo qualcuno "amico" ci ho pensato bene, a prescindere da quanto tempo è che lo conosco...

Tintarella di... Luna ha detto...

hai ragione zefirina!!!però è inevitabile che vorremmo stare a cuore almeno a chi ci sta a cuore...

Pucc@M ha detto...

giusto! nn si può dare amicizia a tutti ,anche perchè ci vuole un minimo di privacy

ciao Pucc@m

silvano ha detto...

Sto con Franco Zaio la mia parola è: UNFACEBOOK!

zefirina ha detto...

ragazzi io sono una internetaddict, quindi inutile farmi ragionare e sull'amicizia ora scriverò un post, vorrei solo ricordarvi che persino qui possono nascer delle belle amicizie che da virtuali possono sempre trasformarsi in reali

luna certo che vogli stare nel cuore di chi mi sta a cuore ma è pur vero, lo ammetto che un formicaio di gente mi cammina sul cuore (citando Lorca)

baol state sottilizzando troppo

pucc@ la privacy te la sei scordata dalla prima volta che hai effettuato l'accesso su internet

@enio ha detto...

il poter cancellare, se per sbaglio hai accettato qualcuno come amico, è il massimo che potessero fare. Pensa che io mi sono autocancellato per non dover sempre andare chi è che voleva essere mio amico senza neanche essere conosciuto !

zefirina ha detto...

anche autocancellarsi ha un suo perchè