venerdì, novembre 06, 2009

guardare e non vedere

con photoshop si fanno certi miracoli e allora una foto che era venuta così così può trasformarsi in un mi illumino di immenso, però non vedo tutta questa luce attorno a me piuttosto un grigio deprimente, ci sono dei rari momenti di risa ma fondamentalmente mi sento un po' come se la sua anima era su un treno espresso, che tornava verso il nulla. (cit.)

Cerco di guardare oltre ma non riesco a vedere niente di così luminoso, mi piacerebbe che gli occhi tornassero a sorridere come una volta ma i motivi per farlo sono sempre di meno, la fatica di vivere, di mettere un passo dopo l'altro sembra faticosa, i ricordi mi sovrastano e quelli futuri mi mettono ansia, quando decido di autocommiserarmi sono un asso: l'altro giorno mi ero fissata che era da troppo tempo che non mi abbracciava più nessuno, mentre il contrario, le richieste di abbracci e coccole, sono quasi pressanti:

sei la mamma, la figlia, l'amica....sei dolce.... generosa.... allegra... forte......

così mi vedono gli altri
io non mi vedo
o
vedo una me che a volte non riconosco






Il più delle volte metto bene a fuoco tutto quello che ho intorno
Il più delle volte riesco a stare con i piedi per terra, posso seguire il sentiero, posso capire i segnali, tengo la destra quando la strada si fa tortuosa riesco ad affrontare qualunque cosa mi capiti, non mi accorgo neanche che lei se n'è andata, il più delle volte. Il più delle volte è tutto ben chiaro, Il più delle volte non cambierei le cose anche se potessi, posso far quadrare tutto, posso tenermi vivo, posso affrontare la situazione fino in fondo riesco a sopravvivere, a sopportare ed anche a non pensare a lei. Il più delle volte.

Il più delle volte la mia mente è sincera Il più delle volte sono abbastanza forte da non odiare. Non mi costruisco illusioni fino a starci male non sono spaventato dalla confusione, non importa quanto grande riesco a sorridere in faccia all'umanità. Non ricordo neanche com'era il sapore delle sue labbra sulle mie. Il più delle volte. Il più delle volte lei non è neanche nella mia mente, non la riconoscerei se la vedessi, è così lontana. Il più delle volte non sono neanche sicuro se lei è mai stata con me o se sono mai stato con lei.

Il più delle volte sono contento a metà, Il più delle volte so esattamente dove sono stato, non mi prendo in giro, non corro a nascondermi, a nascondermi dai miei sentimenti, che sono sepolti dentro, non faccio compromessi e non fingo e non mi importa neanche se la vedrò mai di nuovo. Il più delle volte

17 commenti:

silvano ha detto...

Basta non ti leggo più, i tuoi post mi ispirano sempre pensieri malinconici. Se poi ti fai aiutare anche da Dylan allora non c'è più scampo. Per citare il grande capo estikazzi, è vero che dentro si è soli, soli, soli. E' vero, quando ci si ascolta è sempre solitudine.

Blindsight ha detto...

"così mi vedono gli altri
io non mi vedo o vedo una me che a volte non riconosco"
estiqaatsi ... direbbe pure: come te capisco! mercoledì sto a roma per grande abbraccio e visione superiore :))

il monticiano ha detto...

Accade...il più delle volte

Alberto ha detto...

Tra qualche giorno è il ventennale della caduta del muro. Proviamo a far cadere anche i nostri di muri se ci riusciamo. Ciao.

zefirina ha detto...

@silvano mi spiace, non è colpa mia ma di questo tempo di m..... mi immalinconisce, io odio il grigio!!!!!

@laura ti aspetto

@aldo il più delle volte sta diventando il troppe volte, accidenti

@alberto i muri li avevo abbattuti ..ricrescono come funghi!!!!

edozap ha detto...

e soltanto l'autunno, presto passerà, qualcuno che conosce il napoletano direbbe " a da passa la....."
Saluti Luca

stella ha detto...

Zefirina, chi ci circonda non capisce o non vuole capire...le nostre vere esigenze!

emmevu ha detto...

Oltre il grigio c'è sempre un arcobaleno.
Difficile, noi zavorrati, alzarci abbastanza per vederlo.
(tags: "over the rainbow", "messaggio a un'aquila che si crede un pollo", "a better life is possible", "altro"

emmevu ha detto...

Oltre il grigio c'è sempre un arcobaleno.
Difficile, noi zavorrati, alzarci abbastanza per vederlo.
(tags: "over the rainbow", "messaggio a un'aquila che si crede un pollo", "a better life is possible", "altro"

Franca ha detto...

Ti basta un abbraccio virtuale?
Io te lo mando...

Tintarella di... Luna ha detto...

cara zefi...quanto ti capisco, quanto ti comprendo...la fatica,la paura la stanchezza, la voglia di un abbraccio, anche se alla fine non mancano, ma manca proprio quello che ci serve o manca nel momento in cui ne abbiamo più bisogno.
Ieri sera a proposisto di crisi di nervi, ce ne ho avuta una io, pianto isterico immotivato per farla breve, o forse il motivo c'era...
credo che sia difficile essere donna nel XXI secolo...
Un abbraccio grande grande.

serenella ha detto...

Ciao Zefi. La foto è davvero venuta bene. Altro che grigio...ti conferisce un'aria sognante, magica, di chi è in attesa, nonostante le malinconie, i pensieri tristi, circa il futuro.
Condivido le tue ansie, ma in questo momento così particolare...è difficile non avere pensieri un tantino tristi.

la signora in rosso ha detto...

spero che il momento difficile sia passato...a volte basta poco per vedere rischiarare il grigio.
La foto è riuscita benissimo...

artemisia ha detto...

Tieni duro. Passa. Te lo dice una che ci passa e ci ripassa, ma finora ne sono sempre uscita, e figurati se non ne esci tu.
Ma sappi che ti capisco benissimo.
Ti abbraccio.

rodocrosite ha detto...

Il frigorifero!!! Come mi piace il tuo frigorifero!
Insomma, dai, stai tranquilla: i colori vincono sempre!

@enio ha detto...

io proverei a cambiare gli occhiali, magari ci si vedrebbe meglio in tutti i sensi!

zefirina ha detto...

@luca hai ragione forse è solo l'autunno
@stella specie i ragazzi sono un po' egoisti, ma è la loro natura,
@franca va bene anche virtuale il suo calore arriva fino a qui!!!
@luna ho paura che sia sempre stato difficile
@serene' so che capisci questo stato d'animo
@signora mia, grazie in effetti la foto piace molto anche a me
@artemisia abbiamo le spalle larghe
@rodo non è il firgo è l'armadio dispensa che abbiamo dipinto con i ragazzi, il frigo non l'ho trovato così!!!
@enio o forse dovrei iniziare a metterli ;-)