martedì, marzo 25, 2008

passata la festa gabbatu lu santu


si torna alla solita grigia routine con un po' di malinconia, almeno da parte mia, perchè dopo una giornata passata con le gambe sotto al tavolo, peraltro imbadito come se i commensali fossero stati il doppio di quanti effettivamente erano, e per via della pioggia incessante, con tutta la famiglia allargata e allagata, aggettivo vero come non mai dato il nubifragio, vedere poi tutti ripartire chi verso il nord chi verso il sud, aggrava la malinconia. In questo periodo sono poi particolarmente sensibile e distacchi, lontananze e mancanze incidono più pesantamente sul mio umore già instabile.

Passerà........

11 commenti:

Gianfranco ha detto...

(k)

Franca ha detto...

Per quanto mi riguarda, per fortuna che si ritorna alla normalità!

Isabel Green ha detto...

ogni tanto qualche variazione alla quotidianità fa bene ma ti dirò ultimamente ho imparato ad apprezzare moltissimo la mia routine ;)

Gianluca ha detto...

poi fa così freddo questi giorni..
corpo ed anima...
che passi presto però..
ho voglia di primavera!

Alberto ha detto...

Noi non ti abbandoniamo, tranqui. ;-)

Un abbraccio presente :-)

giovanna ha detto...

"passata la festa gabbatu lu santu"
ma di quale regione è originario? siciliano, partenopeo... gallurese??:-)
Comunque, zefi... a me le "feste" non piacciono!:-)
bèh, la routine qualche volta fa morire, per cui: feste ma non "comandate"!!
un abbraccio!

BC. Bruno Carioli ha detto...

Mi chiedo se i proverbi corrispondano veramente a ciò che pronosticano.
Perchè da me la festa è passata ma non mi sento santo.
;-))
Un abbraccio.
Bruno

giorniacolori ha detto...

Si parte per ritornare no? ;)! Fortuna che è così...
La normalità è tornata e sono qui, per ringraziarti degli auguri ricambiati nel cuore e per lasciarti un abbracciotto con le dita ancora appiccicaticcie di cioccolato.
Grazie Zefi.

elle ha detto...

partire � un po' morire...anche per chi � andato via. Passer�...

zefirina ha detto...

elle parole sante....
mi tornano in mente ogni volta che vedo una stazione o un aereoporto

laura non posso dimenticarmi di voi

bruno ah ma anche io ..sono una donna....non sono una santa.... e vado nei boschi di sera ;-)
ù
giovanna veramente non lo so, a me piacciono i detti paesani, quando avrò tempo voglio scoprire da dove vengono fuori

alberto non avevo dubbi a tal proposito

lasposina ha detto...

Cara mamma, pensa a noi qui...e ti tiri su! Dai che fra un mese sono di nuovo lí e per di piú.