domenica, gennaio 27, 2008

non siamo soli

(foto di lophelia)

Non sono né un artista né un poeta.
Ho trascorso i miei giorni scrivendo e dipingendo,
ma non sono in sintonia
con i miei giorni e le mie notti.
Sono una nube,
una nube che si confonde con gli oggetti,
ma ad essi mai si unisce.
Sono una nube,
e nella nube è la mia solitudine,
la mia fame e la mia sete.
La calamità è che la nube, la mia realtà,
anela di udire qualcunaltro che dica:
Non sei solo in questo mondo,
noi siamo due, insieme,
io so chi sei tu.

Kahil Gibran

10 commenti:

Giovanna Alborino ha detto...

senso di solitudine, solo belle parole o dedicate a qualcuno??
la foto e' un po' triste, iniziamo questa settimana con un bel sole..

buon inizio settimana

Franca ha detto...

Una nuvola non è mai sola.
Basta un alito di vento e si muove, cambia, si trasforma e si fonde con altre nuvole...

zefirina ha detto...

diciamo che è un augurio per tutti/e quelli che ogni tanto si sentono soi, che hanno paura di non farcela, un mantra anche per me, pensa giovanna che invece io non trovo affatto triste questa foto, ci vedo un fermento, un movimento, una promessa
@franca è per questo che spesso mi perdo a guardarle e a fantsticarci sopra, chi di noi bambino nonha mai giocato a dimmaginare cosa sembrasse una nuvola, gioco che ho sempre fatto anche con i figli.

Albachiara ha detto...

in alcuni momenti è difficile non sentirsi soli..ma è bello e rassicurante sapere che c'è qualcuno insieme a noi..

Buon inizio settimana e oggi non ci sono nubi c'è un bel sole!!

Lucia Cirillo ha detto...

Non siamo soli...anche se la solitudine in certi momenti della vita può essere uno "stato di grazia" e una fonte preziosa di crescita...non va sempre temuta :-)

Morgan ha detto...

che succede Zefirì? Malinconica?

zefirina ha detto...

morgan ci sono giorni che ripensi a come sarebbe stata la tua vita se un accidente... non te l'avesse cambiata, il 26 gennaio avrei o forse no potuto festeggiare 19 anni di matrimonio, ho pensato che è stato più il tempo che ho passato da sola che quello in coppia, visto che anche il primo matrimonio non è durato nemmeno tre anni...
e poi ho pensato a Alessandro e Andrea che non si sono potuti godere il loro padre, specie Andrea che non se lo ricorda nemmeno.....
così è la vita

Gianfranco ha detto...

(k)

Mario Scafidi ha detto...

ecco, per l'appunto. esattamente ciò che mi frulla in testa in questo periodo...!

Gianluca ha detto...

Un abbraccio