lunedì, ottobre 29, 2007

fincipit

Ognuno sta solo sul cuor della terra
trafitto da un raggio di sole:
da domani protezione 20.

Ognuno sta solo sul cuore della terra
trafitto da un raggio di sole:
non ti dico l'emicrania.
(Salvatore Quasimodo, Ed è subito sera)

Sally cammina per la strada sicura
senza nemmeno guardare per terra
Dieci euro che pesta una merda.
(Vasco Rossi, Sally)

Ho sceso, dandoti il braccio, almeno un milione di scale
e ora sapessi l'artrite.
(Eugenio Montale, Ho sceso, dandoti il braccio...)

Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie.
Scomodi
(Giuseppe Ungaretti, Soldati)

Ho visto un uomo che moriva per amore,
ne ho visto un altro che più lacrime non ha;
devo smetterla di guardare i programmi della De Filippi.
(Lucio Battisti, Dieci ragazze)

Respiri piano per non far rumore,
se ci becca tuo padre
che giochiamo al dottore....

Respiri piano per non far rumore,
o sei proprio morto???
(Vasco Rossi, Albachiara)

6 commenti:

digito ergo sum ha detto...

Geniale. Malato ma geniale. Ti abbraccio

Alberto ha detto...

Un gioco giornalistico, più che letterario.
Ma simpatico e leggero, direi. :-D

Un abbraccio disimpegnato :-)

zefirina ha detto...

ma perchè voi quando eravata a scuola non le facevate queste rime

ei fu siccome immobile
scese dall'automobile
sali dall'altra parte
chi era? Napoleone Bonaparte

poi continuava con qualcosa sul fatto che non aveva tirato il freno a mano

Franca ha detto...

Dissacrante, almeno per quanto riguarda Quasimodo, montale e Ungaretti

marco ha detto...

@Zefi ecco qua :

dall'Alpi alle Piramidi
dal Manzanarre al Reno
Napoleone andò a piedi
perchè aveva perso il treno

... e poi continua ma non ricordo bene manco io ...
sono passati molti anni ...
:-(
ciau

stark ha detto...

Grazie della citazione, spero che il libro ti sia piaciuto :-)