lunedì, settembre 24, 2007

un lungo viaggio nel silenzio


me lo ricordo tra l'altro in un film di Mel Brook: l'ultima follia, un film muto dove lui è l'unico che pronuncia una parola: NO!
ciao Marcel

8 commenti:

edgar ha detto...

Quelli come Marceu, devono insegnarci che l'arte cinematografica che oggi ci propinano su larga scala, è malata del troppo o comunque, oserei definirla kitsch.

pOpale ha detto...

Ho sempre trovato molto poetico Flic (spero si scriva così) il suo alterego con il cappello con il fiore rosso... anche quando era fermo.

zefirina ha detto...

aveva questo volto con cui riusciva ad esprimere una gamma di emozioni così intense

enzoilrosso ha detto...

Riuscite ad immaginare un sentimento come il dolore, la sorpresa, l'indifferenza? Riuscite ad immaginare qualcuno che li abbia saputi trasmettere meglio con la sola forza dei gesti, dell'espressione? Se mai la morte fu crudelecon lui loè stata doppiamente perchè ha gelato un cenno, un'emozione, per sempre. Au revoir Marcel...con un gesto della mano.

S.B. ha detto...

Addio :-(

maurob ha detto...

Muto si ma con una gestualità più intensa di tante altre parole ...

maurob ha detto...

Muto si ma con una gestualità più intensa di tante altre parole ...

Alberto ha detto...

...

Un abbraccio mimato :-)