mercoledì, maggio 23, 2007

mi fido di te

http://www.youtube.com/watch?v=VzI1XKJLHvE


(ogni volta che sento questa canzone mi viene il magone)

sono istintivamente e irrimediabilmente portata a fidarmi delle persone, capita a volte che questa fiducia venga tradita, mi spiace ma non ne faccio un dramma, io non sopporto che mi vengano propinate false verità e per questo anche se a fatica, perchè di natura sono molto ma molto curiosa, ho imparato a non far troppe domande, non far domande non udrai menzogne diceva sempre mio padre, detto da lui che era ed è un grande affabulatore/mistificatore/manipolatore è un dogma a cui credere senza contestare. Però mi chiedo io e con me altre milioni di persone come me e lo chiedo anche a voi a mo' di sondaggio, mi volete spiegare che bisogno c'è di mentire oppure secondo voi a volte c'è bisogno di mentire. Non cominciate a menarmela con le cosidette pietose bugie perchè non è di questo che sto scrivendo e poi ma quali pietose e pietose le bugie sono bugie e basta.
Non sarebbe meglio allora tacere di ciò che non si può dire, come già citato anche da pib ???

18 commenti:

Callista ha detto...

Concordo...
E ricambio la visita.
A presto

Angie ha detto...

Perchè comunque fà parte della nostra natura...in psicologia si dice che anche se parliamo di noi stessi sinceramente, senza inibizioni..mentiamo sempre..nel senso che ometteremo sempre qualcosa...non è assolutamente una giustificazione..ma si può riflettere... ;.)

Morgan ha detto...

Cara Zefirì, comprendo la tua linea di pensiero, ma lasciamo alcune perplessità.
Ho vissuto situazioni in passato in cui la verità avrebbe sfondato il cervello alle persone che mi stavano vicino, per la tristezza e la gravità, raccontare sempre la verità a volte può essere egoistico, semplice egoismo, uno svuotarsi la coscienza.
Altro esempio. Quando incontro i miei amici senzatetto, alcuni mi raccontano cose da finire in galera, cosa da denuncia, e io? Che cosa dovrei fare? Denunciarli uno a uno dopo che si fidano di me e mi raccontano anche cose orribili?
No, il mio compito alla stazione è di fare volontariato, davvero, no l'avvocato o il pm. Sarà poco nobile, ma io guardo al cuore della persona, non alle sue azioni quando faccio volontariato.
Poi, se un carabiniere mi chiamasse a testimoniare probabilmente direi tutto ciò che so, da buon cittadino, ma non sarò a colpire con un colpo basso la povera gente che trovo alla stazione.
Altro esempio. Un mio caro amico omosessuale vive una vita parallela senza dire nulla alla propria famiglia, sarebbe una vergogna immane per persone inserito nel contesto cattolico in modo pesante.
Quello che voglio dire in questo infinito commento è che stare zitti spesso è anche raccontare una palla perché si nasconde, si cela ciò che dovrebbe essere portato alla luce.
Il mondo ha dei grigi e io lo accetto. Questa è la mia idea.
Non aspetto premi o castighi nell'aldilà, cerco di avere il buon senso qui sulla terra intanto.

zefirina ha detto...

ma morgan io infatti non stavo parlando di delazione o di spiattellare gli altrui fatti, dicevo (rischiando di essere tacciata di ipocrisia) che piuttosto che dire bugie è meglio non dire niente...
esempio personale: ho vietato ai medici di dire a Tonino quanto fosse grave dopo averlo visto piangere, si piangere alla notizia che avrebbe potuto avere una malattia di gran lunga minore di quella da cui era affetto, e mi sono arrabbiata a morte con i suddetti medici che avevano giustificato la notizia data al diretto interessato dicendomi che era per via della "corretta informazione";
a mia volta mi sono vista costretta a credere mio malgrado a balle spaziali raccontatemi da amiche, rischiando di passare per studipa, ma loro avevano bisogno di credere che io me l'ero bevuta, avevano bisogno a loro volta di credere loro stesse alla loro bugia,
per farla breve non sono immune dal raccontar piccole bugie anche io ci mancherebbe ma non lo faccio sistematicamente

Alberto ha detto...

Per una relazione seria non esiste altra strada che la sincerità, secondo me; ma quando si cerca solo sesso e appagamento reciproco, sono le stesse donne che esigono di sentirsi mentire per appagare il loro senso di colpa e crearsi un alibi sentimentale che non c'è... ;-)

Un abbraccio cognizionedicausa :-)

zefirina ha detto...

alberto alberto dissento parloconcognizionedicausa non scambio una relazione erotica per una sentimentale ... e i sensi di colpa li lascio a chi ancora non ha imparato a farne a meno...
come era valentina quella frase che ti aveva regalato marzia??? il senso di colpa genera..... (accidenti non me la ricordo)

Ed ha detto...

Il mio motto è dal film "Americani": dì sempre la verità, è più facile da ricordare".
Ciao.

Alberto ha detto...

Ok, tu fai eccezione e ne sono felice per te (un'amante perfetta dovrebbe ragionare come te - ndr), ma la maggior parte delle donne rifiuta l'idea di un'attrazione erotica senza possibli implicazioni sentimentali; anche quando è evidente che sarebbe impossibile. :-/

Insomma, beato chi ti (ri)piglia! :-D

Un abbraccio ilsessoènaturale :-)

zefirina ha detto...

@ed infatti siccome io sono smemorella .... evito di dire bugie..
una volta ero a cena con mio marito (il secondo ..bancario, lo dico solo per far capire l'aneddoto) arriva un tale che lo saluta sbracciandosi e sorridendo a 64 denti(si il doppio di quelli nromali) a me non sembrava fosse uno dei suoi amici perchè li conoscevo tutti ho chiesto ma chi è quello è perchè ti salutacosì "affettuosamente" e Tonino: vedi quello è un sola (termine romanesco che sta a significare uno che tira fregature) e gli tocca di ricordarsi di tutti altrimenti come fa a sapere a chi le ha fatte e a chi no????

zefirina ha detto...

@alberto :-)

Pino ha detto...

non perdere mai la tua fiducia nell'uomo. Sarebbe una cosa terribile..ti ho già spiegato ieri al telefono come la penso su quella persona...
Un saluto ed un abbraccio

titty ha detto...

io dico tendo sempre la verità e penso che a chiunque non faccia piacere raccontare bugie...anche dalle piu piccole...!!!

zefirina ha detto...

@pino non la perdo non la perdo :-)

Gianfranco ha detto...

Credo sia impossibile dire sempre la verità.
Questo per tanti motivi.
Quelli di Morgan i tuoi per nascondere una malattia e altri per il quieto vivere.
Da sempre dico che "preferisco essere fregato ogni tanto (magari il meno possibile) piuttosto che nn fidarmi mai di nessuno, ma confesso che il mio mestiere, negl'anni, mi ha molto "incattivito" e mi ha portato a fidarmi sempre meno del prossimo e a raccontare qualche balla in più.
Ciao, G.

zefirina ha detto...

oh gf ecchè mestiere tu fai???
ho capito che da una discussione così non se ne esce fuori perchè anche i più convinti assertori della VERITA' alla fin fine qualche bugia la dicono

mi viene in mente la battuta di un film con Jack Lemmon dove lui consigliava:
mentire sempre ...anche di fronte all'evidenza...
potrebbe essere una tattica

Gianfranco ha detto...

Nn posso dirti che mestiere faccio.
Poi dovrei ucciderti.

^____^



Ps: L'antiquario. Mi occupo di pittura e sono un esperto di orologi antichi e altre cosette del genere

zefirina ha detto...

bond ti chiami bond!!!!

lasposina ha detto...

Io dico famose a fidà...e poi si vede, no?