giovedì, maggio 31, 2007

l'amore ai tempi di internet

da un'inchiesta pubblicata su Mente & cervello: "come è bugiardo l'amore sul web"

Gli uomini tendono a mentire soprattutto sul livello di istruzione, sullo stipendio, sull'altezza e sullo stato civile (si ritiene infatti che almeno il 13 per cento dei corteggiatori maschi sul web sia sposato). Nelle donne gli aspetti più "ritoccati" sono invece il peso e l'età. Già, perchè nelle chat, nei siti di dating on line, le persone mentono. Su tutto: età, stato civile, aspetto, professione e ci sono ricercatori che hanno cercato di quantificare oggettivamente le bugie scoprendo aspetti imprevisti dell'amore online.
I ricercatori hanno scoperto che nel descriversi sul web le persone si tolgono in media due chili di peso e si aggiungono due centrimetro e mezzo di altezza. Ma non è solo un fatto fisico. molti uomini mentono sui redditi e le donne si fingono più giovani.
Per esperienza diretta e personale posso aggiungere che quelli che ammettono di essere sposati ovviamente sono quasi sempre infelicemente sposati, un'alta percentuale di maschi dichiara di essere nato sotto il segno dello scorpione, (pare che i nati sotto questo segno possano millantare infinite e incredibili capacità amatorie), altrettanto ovviamente sono lì solo per conoscere intimamente e profondamente la tua anima, e non per un puro e bieco rimorchio (e usiamo questo eufemismo), per contro le donne sono tutte strafighe che chattano solo per noia e non si aspettano nient'altro che di incontrare un uomo che voglia conoscere la loro anima, salvo poi attaccarsi come cozze patelle al primo malcapitato che mostri un vago interesse nei loro confronti. Quasi tutti poi non si chiamano più con il vero nome (bisogna vedere se quello che hanno dato è vero) ma si chiamano per nick generando un'insolita confusione tra vita reale e vita virtuale, confusione che cresce mano a mano che crescono le ore che si passano a chattare.
So per certo che chattare crea dipendenza, specie se riscuoti un discreto successo, perchè a tutti piace di essere gratificati, confessiamocelo; io dal canto mio non ho mai barato, mentito e devo dire che alla fine questo suscitava una certa sorpresa quando la conoscenza passava dal virtuale al reale, la sorpresa era dettata dal fatto che io ero realmente, fisicamente e caratterialmente come apparivo e scrivevo lì nelle chat.
Confesso che ogni tanto torno a curiosare in quel mondo, non ho mai cancellato i miei mitici nick, eh sì perchè ne ho sempre avuti molti, a secondo dell'estro del momento, ma dopo due minuti che scrivevo mi riconoscevano sempre tutti... pare che il mio stile sia inconfondibile!!!
eheheheh come si dice: la classe non è acqua

8 commenti:

Albachiara ha detto...

beh è facile mentire, tanto nessuno sa chi sei realmente e quindi si gioca un pò cercando gratificazioni che forse non si hanno nel quotidiano.
Un saluto e buon pomeriggio

zefirina ha detto...

ma alba prima o poi ci si deve scoprire e allora sono guai per chi ha finto di essere diverso da quello che realmente è
buon pomeriggio anche a te

Alberto ha detto...

Se mi dai il tuo indirizzo mail, provo a mentirti.... ehm... cioè... volevo dire...
a corteggiarti io! :-D

Un abbraccio ri-marpione :-)

Grazyana ha detto...

Ho bazzicato anche io nel mondo delle chat e devo concordare con te, si mente su tutto, poi con il nome molti sembrava che avessero una fissa, non solo mentivano nel virtuale ma persino di presenza.

marco ha detto...

vero ..... devo riconoscere che sono gli uomini che raccontano più balle , le donne invece tendono di più a lagnarsi ... tempo fa mi hai detto che tanta gente in chat ha seri problemi di identità ed ora ci si mette anche la TV a far propaganda a quella fesseria chiamata "second life" , tu ne hai già sentito parlare?
ciau

zefirina ha detto...

si marco ne ho sentito parlare e un po' come i sims gioco a cui giocavano i miei figli, dovevi crearti una famiglia virtuale e farla crescere, figurati già faccio fatica a star dietro a quella vera che ho
@alberto il mio indirizzo mail ce l'hai già è sul profilo...testone.....paura eh?????
@grazy sante parole

Gianfranco ha detto...

Nn mi sono mai piaciute le chat e raramente ho fatto "un giro"
Le mie amicizie virtuali sono sempre arrivate dalle varie community dove scrivevo e ultimamente dai blog.
Nn ho mai mentito su nulla...nn ne ho bisogno ^__^ e sono sposato...felicemente

marco ha detto...

Zefi , tornando a "second life" non so se si può considerare un gioco , a quanto pare conta più di 5 milioni di persone registrate , si dice che ci bazzicano in incognito personaggi famosi (e questo è un infallibile catalizzatore) . Una cosa non mi è chiara ... hanno parlato dell'acquisto di "crediti" per entrare in quel mondo .. hanno trovato un altro modo per spillare soldi ?
Tutto questo l'ho sentito in TV qualche giorno fa e penso ancora di aver capito male .... correggetemi se sbaglio