mercoledì, marzo 07, 2007

ancora di libri

Vi sarete chiesti i più curiosi e attenti fra di voi come mai la lista dei libri che ho finito di leggere si allunga ma non vi compare ancora la lingua salvata di canetti che in effetti avevo cominciato a leggere, la colpa è di tutti i libri che escono, del fatto che quando vado in libreria anche se so benissimo di avere sul comodino una decina di libri nuovi e so di essermi fatta la promessa di non comprarne altri finchè non avrò smaltito la pila... bè quando entro in una libreria mi prende una mania compulsiva e non resisto... non resisto.......AIIUTATEME!!!!!

e così ieri entrando da Arion a montecitorio, vi ho già detto che preferisco le librerie più piccole dove i librai sono più competenti perchè anche loro sono lettori/lettrici accaniti/e oormai mi sono diventati amici e sanno cosa potrebbe piacermi, dicevo ieri mi sono comprati altri due libri, mi sono contenuta che sennò avrei fatto una strage.

Non dire notte di Amos Oz
Il ritratto di Mrs Charbuque di Jeffrey Ford

so che non è carino parlare di libri e non recensirli, ma lo farò dopo averli letti, il che avverrà fra due giorni o due notti

p.s. àncora o ancòra si potrebbe leggere in tutti i due modi, àncora di libri mi piace, suona bene, non trovate???

2 commenti:

dalianera ha detto...

zefirina non c'è cura per questa malattia. Ne soffro anch'io: quando entro in una libreria ci vogliono solo le forze dell'ordine per buttarmi fuori senza aver comperato nulla. Impossibile. ;-)

zefirina ha detto...

allora non è il caso di entrare insieme in una libreria, rimaremmo poveri in canna