giovedì, gennaio 04, 2007

confessioni di una malandrina





si diceva una volta che le brave ragazze vanno in paradiso ma le cattive vanno dappertutto, ora io mi chiedo: e quelle che sono una via di mezzo a volte insopportabilmente brave persino per sè stesse e qualche volta non proprio cattive forse un po' malandrine, queste qui dove vanno???? e ancora è meglio vivere di rimorsi piuttosto che di rimpianti??? seguire le intermittenze del cuore o i ragionamenti della testa, che poi a pensarci bene non sono proprio impulsi del cuore, forse sono impulsi del corpo, mi viene in mente quel libro di grossman "col corpo capisco", e anche la battuta di un amico malandrino quanto me, (siamo nati nello stesso anno, nello stesso mese e ci conosciamo e frequentiamo dai tempi del liceo), lui dice sempre parafrasando un detto del vangelo, lo spirito è forte, ma la ciccia è debole, belle domande da primi giorni del nuovo anno, il fatto è che dovrei decidere se tornare ad essere un po' malandrina, uno dei periodi più divertenti della mia vita, oppure fare la brava.

Vi chiederete cosa sta succendendo, non so c'è qualcosa nell'aria che mi rende frizzantina, qualche amico nuovo e qualche vecchio che improvvisamente si presenta in una nuova veste, inutile nasconderselo non c'è niente di più appagante che uscire o sentire qualcuno o più di uno, con il quale c'è una grossa "simpatia" che potrebbe sfociare in qualsiasi cosa, sei tu che devi deciderlo, per ora sono in finestra e sto a guardare che succede e me la godo, non mi va di pensare, so solo che di nuovo sorrido, di nuovo mi sento bene e si vede, me lo dicono in molti, è tornato l'arcobaleno!


2 commenti:

Francesco ha detto...

Sono contento per te!!!
Ti consiglio i nuovi... le minestre scaldate sono da evitare!!! ;)
Goditela.

zefirina ha detto...

fran fgurati che le minestre nemmeno mi piacciono!!!