mercoledì, agosto 30, 2006

i compiti per le vacanze

odio i compiti per le vacanze, li odiavo quando ero piccola anche se ero così furba da levarmeli subito di torno, quasi appena finita la scuola per godermi poi in santa pace le vacanze, li ho poi odiati e li odio tuttora perchè ora tocca ai miei figli farli, in effetti mi sono goduta un breve intervello tra i miei e i loro, prima perchè qualche volta mi è toccato aiutare i miei fratelli, uno in particolare, poi perchè essendo diventata mamma abbastanza giovane, e avendo scriteriatamente mandato mia figlia a scuola un anno prima ho ricominciato a studiare dopo un breve intervallo dalla fine dei miei di studi. Quindi lo spettro dei compiti delle vacanze ancora incombe nella mia vita, poi non è che i miei figli abbiano mai applicato la mia tecnica, non è che abbiano tanta voglia di mettersi lì a farli , ci sono tante altre cose interessanti da fare durante l'estate.... per farla breve i libri per studiare hanno cambiato anche loro aria ma non sembra avergli giovato molto. Ma non si potrebbe abolire questa tortura??? adesso si leverà un coro di proteste dalla categoria insegnanti: l'esercizio continuo serve.... stare quasi tre mesi senza toccare libro può essere controproducente e invece copiare all'ultimo tutti i compiti o farsi aiutare dalla mamma quello va bene!!!! e non venitemi a dire che questo non si fa e non è giusto avallare un comportamento simile, perchè a parte due o tre benedetti dalla voglia di studiare e dal senso del dovere per il resto è un copia copia .... e poi i libri che dovresti leggere per poi farci sopra la relazione sono terribili, terribili ovviamente per un adolescente o preadolescente, almeno se li potessero scegliere da soli!!! Io posseggo una anzi due fornitissime librerie, anzi ho addirittura una stanza il cosidetto studio con due pareti piene di libri a cui loro possono tranquillamente attingere, e sono una lettrice accanita e onnivora come ho già detto , bè a volte gli danno da leggere libri di cui non ho mai sentito parlare e che non è facile nemmeno trovare. Ho tre figli, una femmina che legge tanto e quanto me, e due maschiacci che non riescono proprio a trovarlo interessante, sono più "fisici" per ora, non dispero ma non mi va nemmeno di insistere più di tanto, c'è tempo per imparare a godersi un libro e capire che non è tempo perso, ma certo il metodo impositorio non mi pare che funzioni!

1 commento:

la sposina ha detto...

mah, è il sistema scolastico che non va, i ragazzi non hanno voglia di studiare, il corpo insegnante non ha più la passione di una volta ma d'altronde sono sottopagati, le scuole private ma che chiedono i finanziamenti a fà allo stato, c'è il vaticano, no? cmq a parte tutto anche io li ho smepre odiati i compiti delle vacanze, mi dicevi leggi i libri delle vacanze, ok, ero l'unica che lo faceva con piacere e che poi doveva fare il riassunto orale a tutta la classe con aggiunte emotive e impressioni personali sul romanzo...mah forse però è vero che una spolveratina alle materie proprio per non arrivare anchilosati ad inizio anno serve. poi scusa l'abbiamo fatto tutti ce la possono fare anche le nuove leve, no?