mercoledì, luglio 12, 2006

la rana e lo scorpione

vi trascrivo questa favoletta (??) che mi ha gentilmente inviato il massimo dei micheli per confrontarla con quella della tigre

Sulla riva di un largo fiume, una rana incontrò uno scorpione che scrutava pensoso i flutti in cerca di un modo per attraversare. “Portami sul tuo dorso, gentile ranocchietta, non so nuotare ed ho un bisogno urgente di arrivare dall’altra parte!”. “Seee… Mai fare favori a tipi pericolosi come gli scorpioni: se poi mi pungi?”. “Ma che idee ti vengono, se così facessi mentre mi trasporti sul fiume, metterei a rischio la mia stessa vita, no?”. “In effetti…”. Così convinta dall’atteggiamento pacifico dello scorpione e dalle sue argomentazioni ineccepibili, la rana lo lasciò arrampicare sul dorso e si tuffò in acqua, nuotando per l’appunto con il suo tipico stile a rana. Sin dalle prime bracciate, lo scorpione si trovò tutto infradicito dagli schizzi d’acqua innalzati dall’andamento altalenante della rana. La coda dell’artropode si incominciò ad erigere nervosa e minacciosa, mentre i pedipalpi si aprivano e chiudevano come nacchere. Visibilmente irritato, lo scorpione apostrofò la rana: “Maa… Come nuoti male…”, “In che senso scusa”, “Fai un casino, su e giù, su e giù: mi fai venire la nausea e mi sto bagnando tutto. Ho visto animali da fiume nuotare in maniera più elegante e meno fastidiosa”, “Perdonami, ma noi rane nuotiamo così”, “Secondo me sei TU che nuoti male”, “Guarda che io nuoto con il classico stile “rana”: è nella mia natura!”, “No no. E’ ovvio che TU SEI UN INCAPACE!” concluse lo scorpione, armando il suo pungiglione. “Come hai detto?” chiese la rana, la quale, punta metaforicamente sul vivo, si voltò su un fianco per guardare il suo interlocutore. “Aah!… Blub blub” fece lo scorpione scivolando in acqua e affogando. “Scorpione?! Scorpione??!”. La rana si guardò intorno desolata: “Ops…” gracidò. Il fiume scorreva imperturbabile. Le rive erano deserte ed assolate. Con un’espressione indecifrabile, dissimulando un certo imbarazzo, la rana tornò indietro, forse perché in effetti non aveva nulla da fare sull’altra riva, o forse perché quando la fortuna ci permette di tenere nascoste le conseguenze indesiderate di una nostra azione, siamo solito fischiettare e fare come se niente fosse.

8 commenti:

la sposina ha detto...

oh mio dio, ma che c'entra con quella del leone, ma poi povera rana davvero nuota cosi', che colpa ne ha. e ora non mi iniziate a fare i moralisti del cavolo, eh?

la sposina ha detto...

comunque non mi e' piaciuta per niente sta' favoletta misto zen-karma-ristorante balinese-indu'.

zefirina ha detto...

io sulla rana ne so una migliore, anzi più di una.. ma ovviamente dato che sono una signora (o perlomeno faccio finta) non posso raccontare qui... e poi chi mi conosce sa che di rane ne ho piena la casa.... una collezione iniziata tempo fa per gioco e per sfottò, e che ha stimolato la fantasia delle mie amiche e di qualche amico che appunto me ne regalano a vagoni!!!!

la sposina ha detto...

abbasstaaaaa rane, ma poi neanche e' un simbolo fallico e capirei riempire casa di oggetti fallici, ma la rana mio dio che mi rappresenta?!! il prossimo viaggio lo faccio in africa e ti regalo quelle statuine con i falli fertili e enormi, cosi' la facciamo finita con ste' ranochiette del cacchio...appunto!!

Danielo de Danilis ha detto...

ma allora la natura della rana è quella di fare del male agli altri senza accorgersene? allora è da preferire lo scorpione che si sa che può ferire da un momento all'altro... così stai in guardia e se dopo tanti anni che conosci gli scorpioni non hai imparato a stare in guardia allora sei senza speranze...

zefirina ha detto...

caro danielo abbiamo imparato a stare in guardia dagli scorpioni, in famiglia ne abbiamo tanti e mi pare che pure tu ne sai qualcosa, parlo di segni zodiacali,se li conosci non li eviti, se li conosci non ti fanno poi così male, quelli che ti fregano ma ti fregano veramente sono quelli che fanno finta di essere rane e poi si rivelano scorpioni.

la sposina ha detto...

cara zefirina stavo per rispondere come te riguardo agli scorpioni "famigliari", ma mi sono trattenuta...sei la meglio di tutte...

Danielo de Danilis ha detto...

dimenticavo... a me la favoletta è piaciuta. finalmente qualcuno che gliela fa pagare a 'sti scorpioni supponenti :)