giovedì, luglio 06, 2006

il piacere della tavola


"Il piacere della tavola è di tutte le età, di tutte le condizioni sociali, di tutti i paesi e di tutti i giorni; può associarsi a tutti gli altri piaceri, e resta ultimo a consolarci della loro perdita." (Brillat-Savarin, Fisiologia del gusto).


faccio un po' di pubblicità gratuita: la margherita in foto è il mitico millefoglie dell'altrettanto mitica pasticceria cavalletti famosa per l'appunto per il suo millefoglie che fa con diversi tipi di creme, con una pasta che si sbriciola in bocca;
avrete capito che sono una maniaca del cibo e sono capace di farmi chilometri per andare a comprare un determinato cibo solo in quel posto lì perchè è più buono, ecco alcuni esempi:
caffè e granita di caffè alla tazza d'oro al pantheon;
caffè con panna a sant'eustachio;
torta boscaiola con panna e frutti di bosco da antonini a via sabotino;
gelato artigianale da portofino a piazza cola di rienzo;
o da san crispino a via acaia;
arancini e pizza a portar via da mondoarancina a via marcantonio colonna;
mozzarella di bufala a via milano (non mi ricordo come si chiama);
gastronomia dal mitico franchi in via cola di rienzo;
e proprio vicino c'è castroni dove puoi trovare spezie, cibi orientali e quant'altro;
ah dimenticavo la pasta all'uovo del pastaio di via licia;
uno dei miei ristoranti preferiti è da Domenico a via satrico si mangia un pesce buonissimo e il rapporto qualità prezzo è ottimo;

se qualcuno ha qualcosa da aggiungere parli ora o taccia per sempre!

p.s. ho indirizzi buoni anche per Orvieto e altre città, dove vado cerco sempre di soddisfare il mio senso del gusto.

10 commenti:

la sposina ha detto...

prego notare che la torta appartiene a quel favoloso giorno che e' stato il matrimonio della figlia della zefirina...

il massimo dei micheli ha detto...

non vedo indirizzi di palestre per smaltire le calorie accumulate leggendo la tua breve guida ai peccati di gola!!

zefirina ha detto...

io odio la palestra, potrei riprendere a nuotare da brava pesciolina o frequentare un corso di danza, ho deciso che dopo quello di salsa finito così miseramente mi dedicherò alla danza del ventre, o forse sarebbe meglio dire alla panza del ventre

filippo ha detto...

e il tiramisù di pompi
dove lo hai lasciato?
mi permetto di aggiungere:
le crocchettone di patate
della pizza a taglio di fronte
al mercato di sanlorenzo,
la pasticceria siciliana
intorno a piazza bologna,
la gelateria artigianale
siciliana pure lei
zona piazza epiro
(ma su questa non posso più garantire che non ci vado da un po', ma robbbba seria).
e bon appetit :)

fablues ha detto...

ammazzave oh.. io non sono così maniaco ma posso segnalare un ottimo cremolato vari gusti in un bar di via.. via.. boh.. mi sembra via Crati (zona Nemorense). Mi posso informare se vi interessa

il massimo dei micheli ha detto...

Burp

simona ha detto...

ravioli di gatti
e i filetti di baccalà a via dei giubbonari

zefirina ha detto...

filippo hai ragioneeeeeeeeee dimenticavo il mitico tiramisù di pompi, ma forse è deformazione professionale nel senso che il tiramisù lo faccio benissimo anche io, e mi sono dimenticata anche della pasticceria della mia amica in piazza Pio XI, dove fanno certe cassate siciliane e certi cannoli favolosi!!! (pasticceria siciliana svizzera), a proposito non le ho mai chiesto perchè siciliana svizzera

il massimo dei micheli ha detto...

qualcuno ha un po' di bicarbonato... mi gira la testa...

Danielo de Danilis ha detto...

il gelato di portofino??? ma quello di pignotti (di fronte) è molto meglio!!! mai provata la cioccolata fondente?