martedì, gennaio 11, 2011

perditempo


finite le feste avevo deciso di riorganizzare le mie giornate ma mi accorgo che non ce la faccio proprio, mi piace così tanto vivere quasi alla giornata, perder tempo, girovagare, fare le cose con calma, che finisce che ne comincio 100 e ne finisco la metà, sono persino andata all'università della terza età per vedere se c'era qualche corso da frequentare e l'avevo pure trovato ma poi mi sono detta: perchè mai dopo una vita passata a star dietro a orari e doveri, ora devo di nuovo sottostare a questa schiavitù, per ora non se ne parla proprio voglio aspettare e godermi la libertà ritrovata.... voglio vivere così... giro..., vedo gente..., mi muovo..., conosco..., faccio cose

15 commenti:

Blindsight ha detto...

allora medita: in una città come roma non puoi farlo se stai appresso a mille cose.
gli impegni, le cose, la gente.. hai capito perché io sto al mare si?
patty io però non sopporto bocelli, il cieco miliardario che, a differenza di altri ciechi famosi tipo steve wonder, non fa niente per noi ciechi... ecco lui non fa proprio niente

silvano ha detto...

E dopo ci raccontano che l'ozio anzi l'otium fa male...ma che vadano a fare in ....

Adriano Maini ha detto...

E fai bene. Inoltre, se non altro, sei una blogger. E scusate se é poco!

pri ha detto...

brava! e aggiungo, beata te. hai raggiunto l'ideale di vita che io perseguo da sempre :-)

Michele ha detto...

ciao Michele pianetatempolibero

Vincenzo Cucinotta ha detto...

Mah, ti dirò con sincerità che sono abbastanza perplesso. Non c'è dubbio che esistano persone che riescono a vivere bene sciolti da qualsiasi impegno sistematico, ma per la gran parte delle persone una vita così pare non funzionare. Capisco l'entusiasmo dei primi giorni di libertà, ma a lungo la cosa cambia totalmente. Naturalmente, se riesci a continuare così, ti faccio i miei complimenti. E nel frattempo, cura più assiduamente il tuo blog (lo dico anche a me stesso, ma tu adesso hai tutto il tempo :)

Alberto ha detto...

Quant'è bello non essere più incatenati al nostro tempo prigioniero.

il monticiano ha detto...

E ti pare poco?
Vivi così come hai scritto di voler vivere.

giovanna ha detto...

ciao Zefi,
brava come sempre!;-)
un saluto caro,
g

Anonimo ha detto...

salut,vie de bohème et de plaisir
tdeluik

zefirina ha detto...

laura credo sia come quando ti scatta la molla davanti ad un ricco buffet il primo giorno metti nel piatto piùdi quanto puoi mangiare, poi ti dai una regolata, onestamente ho postato il primo video che ho trovato di questa canzone che mi girava in testa, più per elisa che per bocelli

@silvano come quando ti dicono che i soldi non danno la felicità ma averne o non averne si che la fa la differenza!

@adriano hai ragione sono pure una blogger, anche se ultimamente navigo di meno e lo trascuro un po'

@pri :-)

@ciao michele

@vincenzo è solo un momento transitorio ahimè poi mi toccherà di tornare con la testa a posto

@alberto una sensazione di libertà assoluta

@aldo ci sto provando
@giovanna sono tornata a curiosare sul tuo sito che ho consigliato ad una mia amica per la figlia che frequenta la seconda media, sei mitica

@tino un saluto anche a te

Camò ha detto...

Mi piace mi piace mi piace mi piace mi piace!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

laPitta ha detto...

Goditi questa prima euforia, vedrai che poi le cose andranno a posto da sole, magari tornando ad essere anche un po' troppo ordinate e pianificate :-)

maurob ha detto...

Vivere senza progetti è il modo migliore per respirare libertà.

Vittoria A. ha detto...

Concordo, goditi questo momento :) Per il resto c'e' tempo ;)