mercoledì, novembre 11, 2009

l'estate di san martino

questo è San Martino, stile manga (la diocesi di Brescia ha commissionato tutta una serie di santi a questo studio)

puntuale come ogni anno torna la cosidetta estate di San Martino, due o tre gioni all'insegna delle temperature miti e del bel tempo, la leggenda narra che:

Era l'11 novembre: il cielo era coperto, piovigginava e tirava un ventaccio che penetrava nelle ossa; per questo il cavaliere era avvolto nel suo ampio mantello di guerriero. Ma ecco che lungo la strada c'è un povero vecchio coperto soltanto di pochi stracci, spinto dal vento, barcollante e tremante per il freddo.

Martino lo guarda e sente una stretta al cuore. "Poveretto, - pensa - morirà per il gelo!" E pensa come fare per dargli un po' di sollievo. Basterebbe una coperta, ma non ne ha. Sarebbe sufficiente del denaro, con il quale il povero potrebbe comprarsi una coperta o un vestito; ma per caso il cavaliere non ha con sé nemmeno uno spicciolo.

E allora cosa fare? Ha quel pesante mantello che lo copre tutto. Gli viene un'idea e, poiché gli appare buona, non ci pensa due volte. Si toglie il mantello, lo taglia in due con la spada e ne dà una metà al poveretto.
"Dio ve ne renda merito!", balbetta il mendicante, e sparisce.

San Martino, contento di avere fatto la carità, sprona il cavallo e se ne va sotto la pioggia, che comincia a cadere più forte che mai, mentre un ventaccio rabbioso pare che voglia portargli via anche la parte di mantello che lo ricopre a malapena. Ma fatti pochi passi ecco che smette di piovere, il vento si calma. Di lì a poco le nubi si diradano e se ne vanno. Il cielo diventa sereno, l'aria si fa mite.

Il sole comincia a riscaldare la terra obbligando il cavaliere a levarsi anche il mezzo mantello. Ecco l'estate di San Martino, che si rinnova ogni anno per festeggiare un bell'atto di carità ed anche per ricordarci che la carità verso i poveri è il dono più gradito a Dio. Ma la storia di San Martino non finisce qui. Durante la notte, infatti, Martino sognò Gesù che lo ringraziava mostrandogli la metà del mantello, quasi per fargli capire che il mendicante incontrato era proprio lui in persona.

Proverbi:

Per San Martino cadono le foglie, si spilla il vino
L'estate di San Martino dura 3 giorni e un pochino
Fino a San Martino sta meglio il grano al campo che al mulino
A San Martino ogni mosto si fa vino

Si dice poi che San Martino sia il protettore dei cornuti, questo perchè un tempo in quei giorni si svolgeva la fiera più importante degli animali con le corna e quindi le malelingue collegando le varie corna coniarono vari proverbi: per San Martino gira che ti rigira tutti i cornuti vanno alla fiera!

9 commenti:

marina ha detto...

grazie, non conoscevo l'origine della estate di san martino
marina

stella ha detto...

S. Martino è anche il protettore dei mendicanti.

La storia del
mantello diviso a metà piaceva molto ai bambini....

il monticiano ha detto...

Datosi che è la mia festa quando posso passare per ricevere gli auguri di rito?

Clelia ha detto...

Non conoscevo la storia di San Martino...una storia fatta di piccoli gesti che rivelano come un atto generoso possa essere importante. Che sia poi il protettore dei curnuti... bè... qualcuno doveva pur prendersi questa bega :)

un bacio grande da Londra

Le foto di Patricia, la tua sosia saranno disponibili a breve credo... quando l'altra mia vicina le scaricherà sul suo profilo facebook :)

Lucien ha detto...

La festa è la mia sul serio, perchè ci sono nato. Ogni anno le battute si sprecano. L'estate almeno è una consolazione: tutti gli anni non sbaglia, qualche giorno mite c'è sempre.
In Romagna in diversi comuni viene organizzata la corsa di "becchi" (teoricamente riservata solo ai cornificati).

zefirina ha detto...

aldo perchè sei poverello o la seconda?????? ;-)

stella infatti mi è rimasta impressa sin da bambina

marina, grazie

clelia perchè non le suggerisci la mia amicizia, con il mio scarso inglese ci sarà da ridere, magari è la volta buona che lo imparo
@lucien allora tanti auguri a te, eh si mi immagino le prese in giro!!!!

il monticiano ha detto...

la seconda che hai detto.
San Martino è il mio protettore.

Pupottina ha detto...

eheheheheh
è simpaticissimo in stile manga!

Anonimo ha detto...

San Martino come sei bello!
Tu ripari sotto il tuo ombrello
chi dal coniuge un torto ha avuto
protettore d'ogni cornuto.
San Martino ti chiedo scusa,
hai l'ombrello pieno e pertusa,
certamente sara' stato
qualche cornuto ramificato!

Perdonatemi ma vi ho lasciato
questi versi non volendo offendere nessuno.
un amico.