martedì, luglio 07, 2009

boomerang


l'on. Jean Leonard Toaudi e l'onorevole Anna Paola Concia, insieme per una campagna di sensibilizzazione contro il razzismo, mi piace questo manifesto e ve lo rigiro.

8 commenti:

Pietro ha detto...

Mi piace! (qui non c'è l'opzione come su fb) :-)

Angelo ha detto...

Era difficile parlare di razzismo, fino a qualche tempo fa, senza avere l'impressione di essere un po' pleonastici, di dire una di quelle cose banali su cui sono tutti d'accordo e a cui nessuno fa caso, tipo "la pizza è buona ma come la fanno a Napoli..." o "gli italiani hanno un cuore d'oro" ... e ora guarda dove ci troviamo!

Anche questa campagna, giustissima, per carità, è un po' triste: a me dice "attento, che se fai il razzista non avrai più diritto di offenderti se saranno razzisti con te!"...

Sarà anche giusto ed efficace, ma non è quello che vorrei sentir dire. Io vorrei che fosse espresso con forza il concetto che chi ha pensieri o, peggio ancora, fa sfoggio di questi sentimenti è un essere umano limitato, degenere, un malato, un subumano che non dovrebbe circolare liberamente per le strade senza essere accompagnata perché è incapace di intendere e volere ed è pericoloso per sé e per gli altri.
Il razzismo non può essere tollerato, come non possono esserlo altri crimini contro l'umanità, e mostrare disprezzo verso chi lo pratica è necessario per non diventarne complici involontari. Tutti.

artemisia ha detto...

A me il manifesto è piaciuto moltissimo.
Il razzismo non è un crimine contro l'umanità. È una forma mentis che in vari gradi esiste in tutti noi e che richiede attenzione, consapevolezza e coscienza etica, lo sforzo di tutti per essere combattuta.
Nessuno, assolutamente nessuno, neanche i razzisti, è subumano.

Alberto ha detto...

Già molto visto in giro, ma non hai fatto male a riproporlo.

zefirina ha detto...

io non la trovo triste la trovo allegra come quando ci dicevano non fare agli altri quello che non vuoi venga fatto a te (di non lontana morale cattolica)

il messaggio è diretto ed efficace, poi ovviamente il lavoro da fare è duro, non è facile accettare chi è diverso da sè

Clelia ha detto...

Anche a me hanno dato della mafiosa... Italiana mangiaspaghetti e mafiosa !!

Ottimo il manifesto

Clelia

zefirina ha detto...

clelia mio fratello ha studiato ad aachen in germania equando l'hanno fotografato per un articolo sugli studenti stanieri gli hanno voluto mettere per forza accanto mandolino e pizza, ti premetto che lui è riccioluto e scuro di capelli e di occhi

Cilions ha detto...

Stupenda locandina!!!! me la presti? ;)