lunedì, giugno 01, 2009

canzoni in prosa


Questa, non è la canzone di un'ingenua,
Questa, non è una ballata d'innocenza;
Questa, è la poesia d'una signora che
Ha seguito sempre le sue naturali inclinazioni.
Questo, un assolo di sapienza,
Questo, un canto di sofismi
Questo, la somma di esperimenti,
Li ho amati fintanto che m'hanno amato.
Vestita con abiti dai toni sabbia,
Decorati con le ceneri d'innumerevoli
Quaresime,
Indossando copiosi mazzolini di rimorsi,
Cammino sempre in penitenza.
Spesso vago, quando il mio cuor si pente,
Nel Divino giardino del ricordo,
Incidendo sulle pietre, in mia commemorazione,
"Li ho amati fintanto che m'hanno amato".
Immagini scorrono in lunga retrospettiva,
Colonne marcianti di eventi passati.
Io ero tenera e, spesso, sincera;
Ognor preda delle coincidenze.
Sempre conobbi le conseguenze;
Sempre vidi qual sarebbe stata la fine;
Noi siamo come la Natura c'ha fatto
Perciò
Li ho amati fintanto che m'hanno amato.

Dorothy Parker (1893 - 1967)

5 commenti:

Baol ha detto...

Un abbraccio...

serenella ha detto...

Si, questa donna sa davvero quello che vuole. Buona giornata.

Marina Salomone ha detto...

Grande poesia!!!
Grazie per la tua scelta delle poesie:mi portano in una dimensione magnetica, che rimpiango di aver frequentato poco.

bruno ha detto...

Buona festa della Repubblica.

zefirina ha detto...

sai marina le poesie mi sono sempre piaciute e mi hanno sempre fatto compagnia ....

serene alle volte anche io.....

ba grazie

bruno buona festa anche a te, speriamo di poter continuare a festeggiare