venerdì, novembre 14, 2008

sono avanti questi inglesi


Ho fatto una ricerca, sollecitata dal mio capo, e ho scoperto che l'apparentemente severo parlamento inglese ha una pagina su facebook (se non siete iscritti mi sa che non vi si apre) e anche su twitter, su youtube, su flickr e su friendfeed niente a che vedere con il nostro smunto sito



se fra un po' ci vedrete su facebook saprete di chi è la colpa!

7 commenti:

lasposina ha detto...

oddio, il parlamento italiano pure su fcbook...noooooooo, lo aborro...

edozap ha detto...

Il tuo lavoro lo ritengo interessante soltanto se su facebook non mi fai pagare le tasse!!
A proposito perchè facebook ha scifato il mio tentativo di iscrivermi? Tu che sei avanti forniscimi una consulenza saprò ricambiare.
Saluti

Franca ha detto...

Troppo avanti, per i miei gusti...

zefirina ha detto...

vale e franca ora devo vedere se anche altri parlamenti hanno pagine su questi network, figurati mi mandano a nozze con questo tipo di ricerche, e poi se è uno strumento utile per far conoscere lo stato a molti, specie ai giovani che parlano solo un tipo di linguaggio, perchè no

edo scrivimi o chiamami che ti guido in diretta

Simone Biagiotti ha detto...

Più che facebook mi colpisce il fatto che su internet si possono trovare ad esempio i resoconti delle spese di viaggio del parlamento inglese con dettaglio dei passeggeri, del costo del volo ecc. ecc. Roba fantascientifica per noi!

zefirina ha detto...

simone però quelle spese ...mi sa che le puoi trovare pubblicate dalla corte dei conti, non sono sicura mi informo e ti faccio sapere

marco ha detto...

corte dei conti? ma non son quelli che alla mattina timbrano il cartellino e poi escono x i fatti loro?
he he he (vedere un servizio delle jene x credere)
un bacio Zef