martedì, ottobre 28, 2008

senza titolo

Più delle tue labbra un sogno
Stasera c'è un incendio,
ho i brividi, dal desiderio.
Ti sbranerei senza riserve,
con morsi, con baci,
incollando il tuo corpo al mio.
Chissà, forse il calore,
brucerebbe le nostre paure.
Porzia Cassatella

12 commenti:

Alberto ha detto...

Satana.

Franca ha detto...

Tutta amore e passione in questo periodo.
Qui gatta ci cova...

BC. Bruno Carioli ha detto...

In autunno ci si scalda come si può.

zefirina ha detto...

@alberto addirittura!!!!
@franca è che fa così freddo e come dice giustamente bruno ci si scalda come si può..ma non vedo nessuna termocoperta umana all'orizzonte
;-)

ma non posso smettere di sognare

Alberto ha detto...

Dicevo per il "calore". Sai laggiù tutto brucia, e lassù niente, perché non hanno sangue.

zefirina ha detto...

oh alberto non avevo colto la finezza

Andrew ha detto...

che bello!

emanuela ha detto...

Quante paure... quanto calore.
Bellissima

intrigantipassioni ha detto...

Mi sono specchiata in questa poesia e la faro' mia... ringraziandoti per averla trasmessa.
:-)

marco ha detto...

donne carnivore
!??!

marco ha detto...

donne carnivore
!??!

marco ha detto...

scusate mi si è incriccato il mouse